3 chiavi che spiegano il vertiginoso tasso di vaccinazione negli Stati Uniti Italia24
Notizie Spagna

3 chiavi che spiegano il vertiginoso tasso di vaccinazione negli Stati Uniti

3 chiavi che spiegano il vertiginoso tasso di vaccinazione negli Stati Uniti

Estados Unidos espera que para final de mayo haya vacunas para todos los adultos del país. © Getty Images Stati Uniti Si aspetta che entro la fine di maggio ci siano le vaccinazioni per tutti gli adulti del Paese.

Gli Stati Uniti stanno superando le previsioni di vaccinazione più ottimistiche.

Questo martedì, il governo ha annunciato che a partire dal 19 Gli adulti di aprile di qualsiasi età potranno ricevere il vaccino, un molto prima del previsto dal presidente Joe Biden , che da quando è entrato in carica il 20 Gennaio ha fatto della vaccinazione la sua priorità.

Questo è un anticipo rispetto alla data del 1 maggio che Biden aveva annunciato diverse settimane fa. Qualsiasi adulto, indipendentemente dall’età, dalle condizioni mediche o dall’occupazione, potrà accedere all’immunizzazione, cosa che già avviene in modo informale.

Ciò non significa, tuttavia, chiunque può ottenerlo facilmente poiché persistono alcuni problemi di distribuzione.

La causa di questo progresso è l’alto tasso di vaccinazioni che sta raggiungendo il Paese.

Nell’ultima settimana sono stati superati in media i tre milioni di vaccini al giorno e il fine settimana è stato un record con più di quattro milioni .

A gennaio sono state somministrate mezzo milione di dosi giornaliere.

Questo tasso, senza Tuttavia, non significa che la pandemia sia sotto controllo. In effetti, le autorità federali mettono in guardia sull’allentamento delle misure in alcuni stati e insistono nel ricordare l’uso di maschere e nel mantenere le distanze sociali.

  • 3 fattori che spiegano il miglioramento della pandemia di coronavirus negli Stati Uniti, il paese con il maggior numero di casi e decessi al mondo

“Vediamo che questo si verifica principalmente tra i giovani adulti” ha detto Rochelle Walensky , direttrice dei Centers for Disease Prevention and Control (CDC) , il lunedì, il giorno su cui più di 79. 000 casi e più di 600 morti, secondo i dati della Johns Hopkins University.

Joe Biden estuvo este martes en uno de los múltiples centros de vacunación que hay en todo el país. © Getty Images Joe Biden è stato martedì in uno dei tanti centri di vaccinazione in tutto il paese.

Fino a questo martedì, vicino a 511. 000 persone era morto di coronavirus negli Stati Uniti, il Paese che ha più sofferto la pandemia.

Più casi, più possibilità di sviluppo di varianti, quindi la vaccinazione è fondamentale.

Qui passiamo in rassegna alcune delle chiavi di questo rapido tasso di vaccinazione nel paese.

uno. Precedenti accordi con 3 vaccini “made in USA”

Gli Stati Uniti hanno il vantaggio di aver approvato tre vaccini che stanno producendo nel paese. A dicembre è stato dato il via libera a quelle di Pfizer e Moderna , che richiedono due dosi, ea febbraio la singola dose di Johnson & Johnson .

E questo ha anche facilitato gli accordi con il governo. L’amministrazione di Donald Trump , allora presidente, ha acquistato milioni di dosi alla fine dello scorso anno prima ancora del Moderna e i vaccini Pfizer sono stati approvati.

  • Come Johnson & Johnson differisce da altri vaccini contro il coronavirus

Questo anticipo ha fatto sì che una volta ottenuta l’approvazione delle autorità sanitarie, i processi di distribuzione fossero accelerati e che le case farmaceutiche fossero quasi interamente dedicate alla produzione di fiale per uso negli Stati Uniti.

Moderna e Pfizer hanno iniziato a produrli prima del termine degli studi clinici.

A partir del 19 de abril todos los adultos podrán solicitar una vacuna. © Getty Images A partire da 19 Aprile tutti gli adulti potranno richiedere la vaccinazione.

Con quella che è stata chiamata “Operazione Warp Speed”, l’amministrazione Trump ha collaborato con varie aziende per sviluppare vaccini che erano ancora in il processo di test al fine di accorciare i tempi di produzione e distribuzione se alla fine funzionassero.

Moncef Slaoui , che ha guidato l’operazione, ha rivendicato il merito della precedente amministrazione Trump.

“Il 90% di ciò che sta accadendo ora è il piano che abbiamo realizzato “, ha affermato recentemente Slaoui in televisione.

” Abbiamo raggiunto 100 milioni di dosi del vaccino e le opzioni nei contratti per acquisirne di più una volta che fossero stati efficaci. “

Ma gli Stati Uniti non lo sanno Rimane lì e l’autorizzazione sono ancora attesi i vaccini di AstraZeneca e Novavax . Se approvato, sarebbero disponibili più vaccini e il tasso di vaccinazione aumenterebbe.

Inoltre, i vaccini disponibili non sono autorizzati per i bambini di età inferiore a 16 anni, ma Pfizer ha già mostrato risultati promettenti in un vaccino per bambini.

Due. L’effetto Biden

Sebbene il leader democratico abbia approfittato in parte di quanto fatto dall’amministrazione Trump, ha messo la vaccinazione di massa del paese come obiettivo principale della sua agenda.

L’idea era di fermare i casi e le morti il ​​più rapidamente possibile, e quindi essere in grado di riattivare il economia.

  • “Come ai tempi war “: 5 chiavi per la corsa veloce per vaccinare l’intera popolazione degli Stati Uniti

Questo martedì, il governo Biden ha annunciato che il paese ha già messo 150 milioni di vaccini nel loro primo 75 giorni governativi. Il suo obiettivo iniziale era stato 100 milioni in 99 giorni, ora rivisti al rialzo con 200 milioni, un numero che potrebbe anche essere superato se questo tasso viene mantenuto o accelerato.

Joe Biden hizo que el gobierno federal tomara las riendas del proceso de vacunación masiva. © Getty Images Joe Biden fatto che il governo federale prenderà le redini del processo di vaccinazione di massa.

Secondo i dati CDC, a partire da lunedì 5 aprile 107 , 5 milioni di persone hanno bía n ha ricevuto almeno una dose , incluso 62, 4 milioni con la singola iniezione di Johnson & Johnson e le due di Pfizer-BioNTech o Moderna.

Il 26 di gennaio, quando Biden era in carica da soli sei giorni, 20 milioni di persone avevano ricevuto la prima dose e 3,5 la seconda, secondo i dati del CDC.

All’inizio di marzo, Biden ha ottenuto un trionfo politico annunciando l’accordo tra Johnson & Johnson e la rivale Merck , il secondo più grande produttore di vaccini al mondo che ora produce il d e il suo avversario dopo aver mancato di avere la propria fiala.

Originariamente il contratto Johnson & Johnson per US $ 1 milioni negoziati l’anno scorso dall’amministrazione Trump hanno affermato che l’azienda avrebbe fornito dosi sufficienti per 87 milioni di americani per la fine del Maggio, che insieme agli altri due vaccini significherebbe per allora che ci sarebbero stati vaccini per tutti gli adulti nel paese.

Ma Johnson & Johnson non ha soddisfatto le aspettative , che ha spinto la Casa Bianca a intervenire. Da qui l’accordo con Merck, che riceverà quindi un finanziamento governativo.

“Questo è il tipo di collaborazione tra aziende che abbiamo visto nella seconda guerra mondiale”, ha confrontato Biden .

Il governo ha iniziato a collaborare con Johnson & Johnson mettendo a disposizione dell’azienda un team di esperti per monitorare la produzione e il supporto logistico del Dipartimento della Difesa.

Hasta el Ejército está colaborando en tareas de vacunación. © Getty Images Anche l’esercito sta collaborando alle attività di vaccinazione.

Inoltre, il presidente ha invocato una legge dell’era della guerra di Corea per dare alla società l’accesso alle forniture necessarie per produrre e confezionare i vaccini.

Mentre Trump affidava il piano agli stati, Biden prese il controllo da Washington per rendere la vaccinazione davvero massiccia e si concentrò sull’acquisto di dosi sufficienti non solo per i centri di cura, il primo a ricevere i vaccini, ma a raggiungere al più presto l’intera popolazione.

3. Più vaccini e sempre più posti

Una delle chiavi è che i vaccini sono disponibili in molti posti.

Ci sono due aspetti fondamentali in questo: produzione e distribuzione.

Riguardo a produzione , i produttori di vaccini mettono a disposizione delle autorità sempre più dosi.

Pfizer y Moderna cada vez producen dosis con mayor velocidad. © Getty Images Pfizer e Moderna producono dosi sempre più velocemente.

Dopo un avvio lento, Pfizer e Moderna hanno acquisito esperienza e aumentato la produzione realizzando loro stessi i prodotti di cui avevano bisogno.

Pfizer, ad esempio, ricicla un filtro speciale richiesto nel processo di produzione e Moderna ha ridotto i tempi di ispezione e confezionamento per le fiale.

Come ha detto Moderna al giornale The Wall Street Journal Hay megacentros de vacunación masiva que tras una espera inmunizan de forma rápida., l’azienda ha impiegato tre mesi per produrre il primo 20 milioni di dosi e ora sta raggiungendo 40 milioni in un solo mese per gli Stati Uniti .

Pfizer è passata dalla produzione di cinque milioni di vaccini settimanali a 13 ora.

E Johnson & Johnson sta collaborando con Merck per aumentare la sua produzione.

A marzo, la società di analisi Evercore ha stimato che i tre produttori hanno raggiunto il 132 milioni di vaccini, il triplo rispetto a febbraio e meno di quanto stimato ad aprile.

Il governo spera che entro la fine di maggio ci saranno vaccini sufficienti per tutti gli adulti del paese.

Per quanto riguarda la distribuzione , il governo federale ha quasi 30 mega-centri di vaccinazione di massa in tutto il paese gestiti dalla Federal Emergency Management Agency (FEMA), oltre a quelli gestiti da ogni stato.

Migliaia di soldati stanno fornendo ulteriore supporto in questo tipo di struttura.

Ma lo sono Puoi anche andare in centri medici, farmacie e persino supermercati per ricevere la dose.

Hay megacentros de vacunación masiva que tras una espera inmunizan de forma rápida. Hay megacentros de vacunación masiva que tras una espera inmunizan de forma rápida. © Getty Images Ci sono vaccinazioni massicce centri che dopo un’attesa immunizzano rapidamente.

Martedì la Casa Bianca ha detto ai governatori statali che più di 28 milioni di dosi.

Oltre a mantenere quei luoghi, dove si prevede che saranno disponibili sempre più vaccini e sarà più facile ottenere un appuntamento, il governo cerca di espandere e raggiungere le comunità più povere, tradizionalmente quelle con popolazioni nere e latine.

“Le persone di colore vengono vaccinate a un ritmo più lento rispetto alla popolazione generale”, ha recentemente ammesso il medico . Marcella Núñez-Smith , capo delle pari opportunità nella task force del governo Biden contro il coronavirus. “Questo può cambiare e deve cambiare.”

Una delle cause è una maggiore mancanza di accesso alle informazioni e ad Internet per richiedere un appuntamento, nonché una maggiore riluttanza alla vaccinazione da parte di queste comunità dopo il fallimento di sperimentazioni cliniche in passato.

Ecco perché uno dei compiti in sospeso della distribuzione è avvicinare i vaccini a queste aree ed evidenziare l’importanza di ricevere l’iniezione.

Ricorda che puoi ricevere notifiche da BBC Mundo. Scarica alla nostra app e attivali per non perdere i nostri migliori contenuti.

  • Conosci già il nostro canale YouTube? Iscriviti!