Aiuto contro l'odio in rete Italia24
Notizie Austria

Aiuto contro l'odio in rete

Aiuto contro l’odio online

Di Eva Hinterer. Creato 03. Marzo 2021 (05: 34)

Insulti, incitamento all’odio e cyberbullismo sono estremamente stressanti per le vittime perché non ce ne sono. sono “fasi chill-out” – Internet ha 09 Orari di apertura.

Shutter-stock.com/Popel Arseniy

“La radicalizzazione e la polarizzazione su Internet stanno aumentando estremamente”, afferma Alexander Grohs del servizio di probation di Neustart. Per gli autori c’è un programma chiamato “Dialogo invece di odio” – ma anche le vittime vengono aiutate. È possibile segnalare quando si riavvia, ad esempio se si desidera intraprendere un’azione legale contro l’odio su Internet. Quindi Neustart fornisce supporto psicosociale, “perché i procedimenti penali sono molto stressanti per la vittima”, dice Grohs.

Alexander Grohs di Neustart NÖ lavora con gli autori.

Ricomincia

Gli autori di reati di odio su Internet di solito hanno un Una consapevolezza dell’ingiustizia che funziona secondo il metodo “Non è male quello che faccio io, lo fanno anche gli altri”. Per le vittime, tuttavia, il cyberbullismo è così grave perché, a differenza del bullismo analogico, non ci sono periodi di riposo. A differenza del mondo non digitale, i messaggi di odio sono sempre visibili e possono essere pubblicati in qualsiasi momento. “Spesso questo determina l’intera vita della vittima”, Grohs sa.

Ciò che il nuovo pacchetto legislativo porta sicuramente è che l’azione può essere intrapresa più rapidamente: durante un In passato, le vittime del cyberbullismo potevano difendersi solo con insulti continui, ora è sufficiente un solo incidente. Il reato di incitamento all’odio doveva includere il degrado di un intero gruppo, ora anche le azioni pertinenti contro gli individui sono punibili.

Prendere posizione aiuta le vittime

Allo stesso tempo, il supporto al processo è stato ampliato: le vittime di cyberbullismo, incitamento all’odio, diffamazione e insulti su Internet possono richiederlo e, se lo desiderano, possono diventare esperti, dalla creazione di un annuncio alla polizia Supportata nell’area psicosociale.

Ma, dice Grohs, praticamente chiunque sia online e sia testimone di uno di questi crimini può intervenire: “A volte tutto il bullismo si interrompe quando un solo individuo interviene, va contro il gruppo e dice che non pensa che vada bene. L’empatia della vittima è essenziale. “