Notizie

Antenne aspettando il regolamento comunale a Latina ci sono gia 337 impianti per telefonia mobile



Quante stazioni radio base per telefonia mobile ci sono a Latina? Nelle more dell’apporvazione di un regolamento per le stazioni radio base di telefonia cellulare non e facile ritrovare dati aggiornati, ma tutti la possono notare che il numero delle antenne nel capoluogo sta incrementando. Sul sito del Comune non c’e un elenco delle antenne allo stato attuale in funzione, a differenza ad esempio di Cisterna dove un regolamento e stato approvato e c’e un elenco di 45 impianti.

In realtà secondo l’ultima rilevazione del Sistema informativo regionale ambientale del Lazio (SIRA) curato da ARPA Lazio e Regione Lazio – dove sono presenti le mappe con la distribuzione degli impianti di telefonia mobile – sono molti di più. Ottantotto a Cisterna e addirittura 337 nella zona del capoluogo. Secondo questa ricognizione sono Aprilia e Terracina hanno più di cento impianti, per essere precisi 187 e 131.

La mappa della circolazione di antenne per la telefonia mobile nel Lazio pubblicata da Arpa Lazio/Sira

Ma torniamo nel capoluogo. La mancata approvazione del Regolamento ha favorito solo in parte la circolazione dei nuovi impianti. Ne sono sorti ad esempio ai margini della Lottizzazione Cucchiarelli in uno dei terreni di quello che doveva diventare il Parco della Zona L, ma perfino in centro, in un palazzo di via Satrico ad esempio, andando a sommarsi a quelli storici nell’area comunale del Mercatino nei paraggi del Goretti o nel quartiere Trieste. «A stento il regolamento potrà ostacolare la circolazione di questi impianti» fanno sapere dal Comune.

Il motivo? E’ vero che il rilascio dell’autorizzazione spetta al Comune, ma, chiarisce l’Arpa Lazio «la legislazione italiana stabilisce che le infrastrutture di reti pubbliche di comunicazione siano assimilate alle opere di urbanizzazione primaria e che gli impianti in questione e le opere accessorie occorrenti per la loro funzionalità rivestono carattere di opere di utilità sociale, ai sensi del D.Lgs. 259/2003 Codice delle comunicazioni elettroniche». Quel provvedimento prevede l’opportunità «di posizionare le antenne in qualsiasi parte del territorio comunale, poichè compatibili con tutte le destinazioni urbanistiche». E dunque, spiega l’Arpa, da ciò «deriva l’impossibilità dei comuni di ostacolare l’installazione di un apparato se questo presenta tutti i requisiti necessari (urbanistici, paesaggistici e sanitari), fissati dalla normativa».

Questo non significa che non sia utile avere un regolamento. Il Comune aveva consegnato l’incarico di redigerlo a una ditta scelta con bando pubblico. Ma quello consegnato un anno fa e stato sottoposto a revisione. «L’ho trovato normativamente insoddisfacente» afferma in commissione l’assessore Adriana Calì. Una delle modifiche prevede che il Comune dovrà sempre essere avvertito di nuove installazioni non solo su aree pubbliche ma pure su quelle private, in particolar modo sui tetti dei condominii. L’assessore ha pure comunicato che «incontrerà i gestori, non appena approvato il regolamento per avvertirli che il paesaggio e totalmente cambiato».
Vittorio Buongiorno
©


The post in italian is about:
Antennas, waiting for the municipal regulation in Latina there are already 337 mobile phone systems

How many mobile phone base stations are there in Latina? Pending the approval of a regulation for cellular radio base stations, it is not easy to find data ...


L’article en italien concerne :
Antennes, en attendant le règlement municipal à Latina, il existe déjà 337 systèmes de téléphonie mobile

Combien de stations de base de téléphonie mobile y a-t-il à Latina? En attendant l'approbation d'un règlement pour les stations de base radio cellulaires, il n'est pas facile de trouver des données ...

Articoli simili