Notizie

Ceccano, Progresso Fabraterno contro l’assessore Gizzi: paragona la Shoah al Green pass

— Giovedì 27 gennaio 2022 – 12:15

“Il 27 gennaio 1945 le truppe dell’Armata Rossa entrarono nel campo di Auschwitz liberandone i prigionieri e trovandosi davanti ad uno show macabro e disumano. Nel giorno dove si commemora questa tragedia l’assessore alla cultura di Ceccano Stefano Gizzi si permette di paragonare il decreto del Green Pass alle misure di ghettizzazione, ai di concentramento e alle leggi razziali della Germania Nazista oltraggiando la memoria di tutte quelle vittime innocenti.  Lo sterminio e l’eliminazione di ebrei, slavi, omosessuali e disabili dovuta alla follia nazista deve essere un’occasione per riflettere sul passato e non un pretesto per ironizzare e schernire provvedimenti che nulla hanno a che vedere con quella tragica pagina della storia dell’umanità che e stata l’Olocausto”:lo scrive in una lettera Progresso Fabraterno.
 

Progresso Fabraterno “ritiene inaccettabile che il membro di una giunta comunale possa permettersi simili paragoni senza essere ripreso. Pretendiamo una presa di posizione da parte di tutti gli esponenti politici locali e dei seri provvedimenti da parte della giunta”.

 

Redazione L’Inchiesta Quotidiano

Articoli simili