Coronavirus: cresce il digital divide tra nord e sud del mondo - Hi-tech Italia24
Notizie Italia

Coronavirus: cresce il digital divide tra nord e sud del mondo – Hi-tech

La pandemia ha accentuato il digital divide tra Nord e Sud del mondo: nei primi tre trimestri del 2020 le vendite di dispositivi elettrici ed elettronici sono diminuite del 30% in quelle a reddito medio-basso. paesi, mentre è diminuito solo del 5% nei paesi ad alto reddito. Lo dimostra l’ultimo rapporto redatto dall’Università delle Nazioni Unite (Unu) e dall’Istituto delle Nazioni Unite per la formazione e la ricerca (Unitar).

A livello globale, il settore degli elettrodomestici pesanti (quali frigoriferi, lavatrici e forni) ha registrato il calo più consistente delle vendite, pari al 6-8%, mentre i piccoli dispositivi per le tecnologie di l’informazione e le telecomunicazioni registrano solo una riduzione dell’1,4%. Analizzando nel dettaglio quest’ultima categoria, risulta che le vendite di laptop, smartphone, console e accessori per videogiochi sono cresciute a livello globale e nei paesi ricchi, mentre sono diminuite nei paesi a basso e medio reddito.

L’andamento globale sembra contraddire le aspettative di un aumento delle vendite trainato dalla digitalizzazione imposta dal blocco. Alla luce di questi dati, si prevede che i rifiuti elettronici diminuiranno di 4,9 milioni di tonnellate, circa il 6,4% in meno rispetto a uno scenario normale senza pandemia.

“Il divario digitale si sta allargando”, afferma Ruediger Kuehr di Unititar. “In alcune parti del mondo, la capacità di adattarsi alla digitalizzazione e guadagnarsi da vivere o semplicemente possedere dispositivi elettronici e trarne vantaggio si sta riducendo. Il coronavirus-19 ha anche rivelato un divario digitale nei paesi ad alto reddito, dove molti poveri sono lasciati indietro. dietro a “.