Notizie Lazio

Corte dei Conti: residenti di Roma Prati fanno causa

#Roma
La protesta degli abitanti di piazza Mazzini e dintorni è arrivata a un punto critico, tanto da decidere di passare alle vie legali per risolvere la questione della chiusura al traffico di via Antonio Baiamonti. Dopo un incontro con dirigenti della Corte dei Conti che si è concluso con una fumata nera, i residenti stanno consultando gli avvocati per trovare una soluzione legale al problema.

La strada in questione, che collega viale Mazzini con via Borsieri e altre vie interne verso viale delle Milizie, è stata bloccata da un cantiere e verrà aperta solo attraverso l’installazione di una barra mobile per consentire ai dipendenti della Corte dei Conti di attraversarla agevolmente. Questa decisione è stata presa tramite una determinazione dirigenziale del I Municipio e dopo una Conferenza dei servizi.

Gli abitanti della zona, però, si sono ribellati a questa decisione, sottolineando la difficoltà nel trovare parcheggi vicino casa e la mancanza di spazi di sosta riservati per la Corte dei Conti secondo il Codice della strada. Inoltre, la chiusura della strada ha creato disagio per i residenti, costretti a compiere lunghi giri per tornare a casa e a fronteggiare la mancanza di parcheggio a causa dei cantieri stradali e dei parcheggi riservati alla Corte dei Conti.

Durante l’incontro con i dirigenti della Corte dei Conti, è emerso un tentativo di “indorare la pillola”, cercando di far leva sui presunti vantaggi offerti dalla presenza dell’istituzione, come la sicurezza garantita da un presidio fisso dell’esercito e servizi sanitari accessibili alla cittadinanza. Tuttavia, la promessa di restituire alcuni parcheggi ai residenti è stata messa in discussione, in quanto la Corte dei Conti ha preso in prestito altri parcheggi su via Baiamonti.

Il braccio di ferro tra i cittadini e la Corte dei Conti è iniziato nel 2020 a causa della requisizione dei parcheggi, e si è ulteriormente intensificato con la chiusura della strada. Gli abitanti propongono la semplice installazione di un semaforo pedonale per consentire ai dipendenti di attraversare la strada in modo sicuro, sottolineando l’importanza di mantenere aperta la strada e garantire parcheggi sufficienti per la zona.

In definitiva, la situazione resta tesa e i residenti sono determinati a far valere le proprie ragioni attraverso mezzi legali, consapevoli del precedente positivo ottenuto precedentemente con il Consiglio di Stato in una situazione simile.

– Piazza Mazzini
– Vie legali
– L’incontro


Guarda film e serie TV su PrimeVideo GRATIS per 30 giorni

ITGN