Cronaca

Recovery Plan, il progetto di Berlusconi: “Agire su Fisco, giustizia e burocrazia per rilanciare l’Italia”

“Il Piano di Recupero (Recovery Plan) è davvero un’occasione irripetibile. Grazie all’Europa disporremo di 209 miliardi, dei quali 82 di sovvenzioni a fondo perduto, per la ricostruzione post Coronavirus”. È questo l’apertura della lettera scritta da Silvio Berlusconi a “Il Sole 24 Ore” con la quale il leader di Forza Italia non solo ha spiegato l’importanza di usare bene il denaro proveniente da Bruxelles ma ha pure indicato quali sono le riforme urgenti che il nostro Paese deve compiere per potersi rilanciare.

L’ex primo ministro, facendo un paragone storico, sottolinea che i fondi rappresentano il “Piano Marshall del XXI secolo”. Ma Berlusconi evidenzia che su questo tema vi è un problema tutto italiano: ancora non è dato sapere come il governo Conte intenda utilizzare la massa di denaro, “ammesso che il suo percorso continui”, pure se tuttavia “è lecito pensare che la strada scelta sia quella della spesa dispersiva e orientata al consenso”.

Il progetto di Berlusconi

Per Berlusconi la proposta è quella di “un grande progetto di rilancio del nostro Paese, con una particolare attenzione al Sud“. Un piano che si deve basare su “tre grandi riforme strutturali e propedeutiche al resto: riforma della pubblica amministrazione, riforma del fisco, riforma della giustizia”. Il leader azzurro ritiene, difatti, che senza uscire “dall’oppressione fiscale, dall’oppressione burocratica, dall’oppressione giudizi

Approfondisci
Il servizio intitolato: Piano di Recupero (Recovery Plan), il progetto di Berlusconi: “Agire su Fisco, giustizia e burocrazia per rilanciare l’Italia” è stato inserito il 2021-01-06 13:12:16 dal sito online (msn.)