Cultura

Nessuno escluso, a chi sa guardare – Libri

(di Daniela Giammusso) (ANSA) – ROMA, 14 GEN – “All’inizio di questo viaggio mi sono interrogato molto sulla bellezza: se è da intendersi come puro fatto estetico, come rigido costrutto culturale o come esempio di matematica perfezione. Alla fine ho trovato una bellezza che non riesco a dire a parole, ma che credo di riuscire a raccontare con le foto”. È la bellezza dei fratelli Morocho in Ecuador, che alle pendici del vulcano sembra aspettino solo il momento in cui dovranno fuggire dalla casa per un’eruzione. Di Maria Elena, che vive con sua sorella e gestisce una farmacia di alta montagna. Del pescatore di Cuba, che ha le sue storie scolpite sul volto come Il vecchio e il mare di Hemingway e, pure se la vita gli ha portato via un braccio, insegna a pescare ai ragazzi del villaggio. Sono i protagonisti in bianco e nero di “Nessuno escluso”, progetto artistico del pluripremiato fotografo Christian Tasso, che dopo l’incontro, nel 2009, con Nicola Barchet, papà di Ambra nata con la sindrome di Down, ha voluto sfidare gli stereotipi che distorcono visione e valori sulla disabilità. Un viaggio intorno al mondo, in paesi molto diversi, incontrando migliaia di persone, che in collaborazione con l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani si è tradotto nel volume in uscita il 15 gennaio per Contrasto (pp.

 » Read More