Cultura

Un mese dedicato a Primo Levi, nell'attesa della Giornata della memoria

“Se comprendere è impossibile, conoscere necessita”. Così diceva Primo Levi e, seguendo questo imperativo che lui aveva dato innanzitutto a se stesso, il Circolo dei lettori organizza un mese di incontri online e di letture intorno alla data del 27 gennaio (nel ricordo della liberazione di Auschwitz nel 1945) quando in tutta Europa si celebra il “giorno della memoria”. Si comincia domani alle 21 (con diretta Facebook, YouTube e sul sito del Circolo) con la lettura-rappresentazione di dodici poesie che l’autore di “Se questo è un signore” ha dedicato al luogo simbolo dello sterminio nazista, dove lui stesso è stato prigioniero. L’incontro si intitola “Annunciazione” ed è a cura di Domenico Scarpa, in collaborazione con il Teatro del Piemonte e l’editore Einaudi, le letture sono di Valter Malosti. Si tratta di testi che prendono le mosse dall’Atlante disegnato da Levi studente, negli anni Trenta, dove i paesi sono rappresentati con forme e colori di fantasia e attraverso giochi di parole sui loro nomi. La Germania, per esempio, vi appare azzurra, e viene definita “terra turchina di germi e di germogli”. Dodici testi che aprono alle direzioni più inattese dell’opera di Levi, testimone, scrittore, chimico, originalissimo elaboratore di forme e di immagini.

 » Read More

Show More