Decine di persone chiedono agli Stati Uniti di condividere i vaccini con il resto del mondo Italia24
Notizie Spagna

Decine di persone chiedono agli Stati Uniti di condividere i vaccini con il resto del mondo

Decine di persone chiedono che gli USA condividano i vaccini con il resto del mondo

Decine di persone si sono riuniti questo giovedì in diverse città degli Stati Uniti per chiedere al governo di Joe Biden di condividere con il resto del mondo il surplus di vaccini contro il covid – 19, sotto l’affermazione che l’accumulo di dosi “è immorale e pericoloso”.

Organizzata dall’AIDS Healthcare Foundation (AHF), le proteste sono iniziate nelle città di Fort Lauderdale (Florida) e Atlanta (Georgia), e si prevedono concentrazioni per tutto questo giovedì a Washington, New York e Los Angeles, oltre a piccoli eventi in altre 25 comunità del Paese.

Le concentrazioni si sviluppano un giorno dopo che l’amministrazione del presidente Biden ha rilasciato la distribuzione di

milioni di vaccini nel corso del prossimo anno e mezzo a più 90 paesi

Nella capitale degli Stati Uniti nse, alcune persone si sono concentrate nella piazza Black Lives Matter, di fronte alla Casa Bianca, dove hanno valutato positivamente l’annuncio del presidente Biden, ma hanno sottolineato che non basta poiché servono solo 250 milioni di persone.

Hanno chiesto agli Stati Uniti di porre fine all’accaparramento e accelerare la distribuzione globale.

Alla protesta di Fort Lauderdale, che si è svolta davanti alla corte federale e al palazzo degli uffici, nel centro della città, decine di manifestanti hanno portato magliette e manifesti con messaggi a favore della distribuzione dei vaccini e gridando slogan come “non essere avido.”

Nell’ambito delle proteste, la campagna nazionale “Condividi vaccini americani ovunque” (SAVE, per la sua

“Nessuno di noi sarà al sicuro finché non sconfiggeremo la pandemia in t tutte le parti. Le persone vulnerabili devono essere protette ovunque vivano “, ha affermato in una dichiarazione il presidente dell’AHF Michael Weinstein.

Ha aggiunto che se il governo degli Stati Uniti non condivide immediatamente le dosi eccedenti di vaccino, il covid pandemia – 19 potrebbe diffondersi per anni, rischiando di mutare in “ceppi del virus ancora più mortali”.

” L’accaparramento è immorale, egoistico e pericoloso”, ha rimarcato.

Mercoledì, lo stesso giorno in cui il presidente degli Stati Uniti è partito per il Regno Unito per partecipare alla riunione del G7, il Il governo di quel paese ha annunciato la distribuzione di 250 milioni di vaccini Pfizer, di cui 200 milioni saranno condivisi fino alla fine di quest’anno.

Le dosi saranno distribuite ai 92 Paesi a basso e medio reddito, oltre che all’Unione Africana, nella quale è considerata “un’azione storica che contribuirà a rafforzare la lotta globale contro la pandemia”, di convenzione con la Casa