Notizie Roma

Def, via libera del Parlamento. Superbonus per le villette, cartelle e nuovo deficit: ecco tutte le richieste dei partiti

#Def #libera #Parlamento #Superbonus #villette #cartelle #deficit #tutte #richieste #partiti

Via libera dell’aula della Camera alla risoluzione di sul Documento di economia e finanza (Def). Il documento e stato approvato a Montecitorio con 412 voti a favore, e 55 in opposizione. Fdi e Alternativa hanno votato contro. Ok pure alla relazione che aggiorna gli obiettivi di finanza pubblica e il relativo piano di ritorno del saldo strutturale verso l’Obiettivo di Medio Termine (Omt), alla luce del mutato quadro macro economico e di finanza pubblica. 

GLI AIUTI IN ARRIVO

Il governo intanto sta lavorando gia a un nuovo provvedimento, che dovrebbe vedere la luce prossimamente, con 5 miliardi di nuovi aiuti per famiglie e imprese. Fra le ipotesi allo studio una proroga del taglio delle accise sulla benzina e un meccanismo per compensare le imprese alle prese con il caro-materiali negli appalti pubblici.

SUPERBONUS VILLETTE

Nella risuluzione di si conferma che il Governo deve «prorogare il termine allo stato attuale previsto» che obbliga le villette unifamiliari a eseguire il 30% dei lavori entro giugno per usufruire del Superbonus. Il testo precisa pure che «la percentuale del 30% dell’intervento totale» deve essere riferito «al complesso dei lavori e non ai singoli lavori oggetto dell’intervento». La risoluzione chiede pure di allentare i limiti per la vendita dei crediti edilizi, consentendola a istituti diversi da banche ed assicurazioni.

NUOVO DEFICIT

La risoluzione conferma poi che il governo deve «monitorare» l’andamento della situazione macroeconomica e «qualora si verifichi un peggioramento dello contesto» deve valutare uno scostamento per «interventi di sostegno» a famiglie e imprese.

CARO-ENERGIA

Nuove attività per contenere il caro-bollette. Nel documento approvato si conferma poi che il governo dovrà «impiegare gli spazi derivanti dalla manovra per nuove iniziative espansive disponendo ulteriori interventi per contenere l’incremento dei prezzi dell’energia nonché attraverso la revisione del sistema dei prezzi principale e dei carburanti, assicurando la necessaria liquidità alle società attraverso la concessione di garanzie».

CARTELLE

Nella risoluzione che ha ottenuto il via libera a Montecitorio si chiede pure una nuova dilazione per le cartelle. «Sul Def siamo molto soddisfatti per l’accoglimento delle richieste della Lega. Dalla proroga del bonus del 110% per le unità familiari, alla dilazione dei pagamenti delle cartelle esattoriali, fino all’incremento dei aiuti a sostegno delle aziende agricole colpite dalla peste suina africana e alle tutele salariali legate al carovita. Risposte concrete che la Lega al governo ha domandato e ottenuto per aiutare famiglie e imprese in questo momento delicato», afferma Riccardo Molinari, capofila della Lega alla Camera.

BONUS SOCIALE

Il Parlamento nella risoluzione chiede poi al governo iniziative per fronteggiare la povertà alimentare «ampliando pure il bonus sociale», per combattere le «divergenza generazionali, territoriali, di genere e salariali, con interventi finalizzati ad invertire la tendenza demografico del Paese, pure dando piena attuazione agli interventi previsti dal family act». Il testo chiede pure di persistere con «le misure di esonero contributivo» per agevolare l’inserimento di donne e giovani nel mondo del lavoro, «rafforzando gli interventi a supporto della ripresa economica nel Sud e nelle altre aree svantaggiate del Paese, allo scopo di evitare che la crisi innescata dall’emergenza medica accentui le divergenza fra le diverse aree del Paese».

Notizie Roma

Articoli simili