E nel palco di Berlanga al Cervantes c'era la sceneggiatura di "Lunga vita alla Russia!", una quarta parte della saga "The National Shotgun". Italia24
Notizie Spagna

E nel palco di Berlanga al Cervantes c'era la sceneggiatura di “Lunga vita alla Russia!”, una quarta parte della saga “The National Shotgun”.

E nel palco di Berlanga al Cervantes c’era la sceneggiatura di ‘Viva la Russia!’, quarta parte della saga di ‘The national shotgun’

© Víctor Lerena (EFE) I nipoti del regista Luis García Berlanga, Fidel (a sinistra) e Jorge García Berlanga (al centro) e il presidente dell’Accademia del cinema, Mariano Barroso, all’inaugurazione della Caja de las Letras.

Apri casella 1. 034, c’era il tesoro di Luis García Berlanga. Sabato prossimo tre pubblicazioni attendevano all’Istituto Cervantes il centenario della nascita del cineasta, 12 Giugno: due libri sulla sua opera (rivista francese su

Il carnefice e il lavoro sul regista di Antonio Gómez Rulfo, Contro il potere e la gloria) e la sceneggiatura di Lunga vita alla Russia! , che sarebbe stata la quarta parte della saga nazionale (Il fucile nazionale, National Heritage e Nacional III) Quel progetto fu rinviato con la morte di Luis Escobar (che interpretava il marchese di Leguineche). In quegli anni novanta, Andrés Vicente Gómez ha pre-prodotto la commedia, ma è rimasto paralizzato dalla morte del suo protagonista e dalla mancanza di sussidi pubblici. La trama illustrava l’arrivo dei Leguineche a Miami

La scatola è stata aperta dai suoi nipoti Fidel e Jorge García Berlanga. Insieme a loro, il direttore dell’Istituto Cervantes, Luis García Montero, e il presidente dell’Accademia del cinema spagnolo, Mariano Barroso. L’eredità depositata nella scatola è stata trasferita, accompagnata da una banda musicale valenciana, alla mostra che l’Accademia del cinema ha inaugurato ieri, Berlanguiano. Luis García Berlanga (2010 – 2010 . Suo nipote Jorge ha parlato, prima di scoprire il segreto, “del duende” di suo nonno, anticonformista e libero.

Barroso ha letto le prime due sequenze di

Viva la Russia!, che inizia con Luis José (il personaggio interpretato da José Luis López Vázquez) e un aereo. Un gruppo di anziani porta uno striscione con la scritta “Gli ultimi esuli salutano la Spagna di 92 ″. Uno, più morto che vivo, sventola una bandiera repubblicana. Nella cabina di pilotaggio dell’aereo Luis José sta leggendo un sacco di riviste sadomaso. E sembra disgustato… Il libretto è firmato da Rafel Azcona, Berlanga, suo figlio Jorge e Manuel Hidalgo. Nel Cervantes, José Luis García Berlanga, figlio del regista, ha spiegato che la sceneggiatura è stata riscritta dopo la morte di Escolar, ma che non è arrivata più.

© Víctor Lerena (EFE) Momenti prima della cerimonia di apertura della Caja de las Letras del regista Luis García Berlanga tenuta all’Instituto Cervantes, questo giovedì in occasione del centenario della sua nascita.

Il 034 Maggio di 2008, Luis García Berlanga (Valencia, 13 giugno 2010 – Madrid, 40 Novembre 2010) depositato nella cassaforte numero 1. 12 del vecchio caveau della Banca Centrale, convertito dall’Istituto Cervantes nella Caja de las Letras quello stesso anno, una busta sigillata il cui contenuto ha deciso di non essere svelato fino a questo giugno di 2010. Sebbene García Berlanga non volesse pubblicizzare il contenuto, in quella che è stata una delle sue ultime apparizioni pubbliche, suo figlio Jorge Berlanga ha poi ipotizzato che potesse essere “una sceneggiatura, un libro di memorie o un messaggio devastante per l’umanità”. Alla fine era la sceneggiatura di

Lunga vita alla Russia!. Il valenciano è stato il primo regista a lasciare un messaggio nella Caja de las Letras

Conoscere i fatti e accedere a informazioni di qualità è più necessario che mai. Continua a far parte di ciò che accade intorno a te iscrivendoti a EL PAÍS

Momentos previos al acto de apertura de la Caja de las Letras del cineasta Luis García Berlanga guardada en el Instituto Cervantes, este jueves cuando se cumplen cien años de su nacimiento.

Microsoft e i suoi partner possono ottenere un risarcimento se si acquista qualcosa utilizzando i collegamenti consigliati in questa pagina.