"È stato piuttosto violento": Claude Sérillon ripensa ai suoi anni all'Eliseo Italia24
Notizie Francia

“È stato piuttosto violento”: Claude Sérillon ripensa ai suoi anni all'Eliseo

“Era piuttosto violento”: Claude Sérillon ripensa ai suoi anni all’Eliseo

Claude Sérillon © Fornito da Le Point Claude Sérillon

D Dai media alla politica, il passaggio a volte è doloroso. Se gli esempi sono numerosi, quello di Claude Sérillon, che in passato ha mantenuto rapporti frontali con il potere in atto, è tra i più tumultuosi. Lo ha rivelato l’ex presentatore di ore in Radar, un podcast da trovare su RTL.

Claude Sérillon ritorna in particolare ai momenti che un giorno gli costarono il lavoro. Dopo i diamanti di Bokassa contro Giscard e l’affare Malik Oussekine, è un’intervista a Lionel Jospin che gli è valsa l’uscita dal giornale dei Due. “All’epoca feci un’intervista al Primo Ministro”, dice. Non gli piaceva e poiché a quel tempo i sondaggi erano molto alti per Lionel Jospin, uno dei leader di La Deux mi disse 😕 Non vuole più venire al JT de la Deux, quindi capisci, che ? lui o tu?. “

Molti anni dopo, in 2013, Claude Sérillon fa il grande passo. Per diversi anni è diventato consigliere del presidente François Hollande al Palazzo dell’Eliseo. “Sono amico di lui da molto tempo”, spiega il giornalista. Si è offerto di unirsi a lui? Mi ha dato i contatti, per prendere appunti per lui. Non ero un consulente per le comunicazioni. È molto interessante partecipare al più alto livello dello Stato, mi sono confrontato con molte persone, incluso Emmanuel Macron, il mio vicino di casa. “

” I nostri piccoli colleghi non mi sono mancati »

Ma il passaggio si è rivelato burrascoso. “Non sono un attivista politico, non ho fatto l’ENA, quindi ci sentiamo necessariamente un po ‘insoliti, un po’ balordi, confida. È stato molto difficile. I nostri piccoli colleghi non mi sono mancati. Non so se sia passata una settimana in cui non mi sono stati accreditati tutti gli insulti possibili e immaginabili di questo inizio di quinquennio. È stato abbastanza violento. “

LEGGI ANCHE Bernard Quiriny? Dobbiamo salvare il soldato Roger-Petit

“Un giorno, ho attraversato di corsa il cortile dell’Eliseo perché avevo fretta”, continua. Su un canale di notizie continuo, un’ora dopo hanno intitolato: “Tensioni all’Eliseo”. E un giornalista sul posto precisa: “Abbiamo persino visto Claude Sérillon correre per attraversare il cortile.” Ho imparato molte cose e sono uscito con più clemenza per il mondo politico che per il mondo dei media. “

Microsoft e i partner potrebbero ricevere un compenso se acquisti qualcosa utilizzando i collegamenti consigliati in questo articolo.