Economia

La Borsa dribbla il rischio di crisi di Governo

Investitori italiani e borsa © Pixabay Investitori italiani e borsa

Borsa in frazionale progresso e spread in calo: il giallo sull’esito della crisi politica italiana è ancora irrisolto, ma l’esito non spaventa Piazza Affari che chiude la seduta in rialzo dello 0,43%, a 22.743 punti, mentre sul secondario il differenziale di rendimento fra decennale italiano e tedesco scende a 112 punti base (-1,67%) e il tasso del Btp riavvolge il nastro dopo la risalita di qualche giorno fa, fermandosi a +0,56%. 

A breve Italia Viva alzerà il velo sulle sue intenzioni, dopo che il primo ministro, Giuseppe Conte è salito al Quirinale per un incontro interlocutorio. Il mercato però sembra scommettere su una soluzione che eviti la crisi o almeno le elezioni.

A migliorare il clima, in una seduta ancora volatile a livello europeo, ha contribuito Christine Lagarde. La presidente della Bce è pronta a “ricalibrare” la potenza di fuoco del programma per l’emergenza pandemica, il Pepp, oggi pari a 1.850 miliardi di euro. In occasione del Forum Reuters Next Lagarde afferma che restano valide le stime sul pil pubblicate dalla banca centrale a dicembre (+3,9% nel 2021 e +4,2% nel 2022) ma che le previsioni dipenderanno sia dalla velocità nel predisporre lo stimolo di resoconto del pacchetto Next Generation Eu,

 » Read More

Show More