Notizie

Epatite acuta pediatrica in Italia 11 casi la circolare del Dicastero della Salute Nessun legame con vaccino Coronavirus segnalare ogni caso sospetto



Epatite acuta pediatrica. Al 22 aprile sono giunte in totale 11 segnalazioni che fanno riferimento a pazienti individuati in diverse Regioni italiane (Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Sicilia, Toscana e Veneto), si legge nella circolare del dicastero della Salute inviata oggi alle regioni, alle strutture sanitarie e ai dottori sui casi di epatiti acuta di natura non conosciuta.

Epatite acuta bimbi, come riconoscere i sintomi

Solo due sono confermati e ad uno giudicato «probabile» e stato eseguito un trapianto. Una positività per Adenovirus o per SARS-CoV-2 e stata per ora riportata solo in 2 casi sospetti. «Il ruolo degli Adenovirus in queste forme ipotizzato in UK, non e però confermato».

Si tratta, si legge nella circolare, di segnalazioni relative a casi sporadici sparsi sul territorio nazionale. Di questi un paziente non ritorna nella definizione di caso (ospedalizzato 1ª del gennaio 2022); 2 casi sono in atto di valutazione per possibili ulteriori cause eziologiche; 4 casi sono definibili come «sospetti» (gli esami sono per ora in corso o non definiti); 2 casi definiti come «possibili» (età superiore ai 10 anni); 2 casi «confermati» Diverse Regioni (Campania, Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, Calabria, Puglia) hanno dichiarato di non avere per ora casi da segnalare.

«Non e stato identificato alcun legame con il vaccino anti Coronavirus-19 e un questionario somministrato ai casi, su alimenti e abitudini personali, non ha identificato alcuna esposizione comune. Sebbene le inchieste di laboratorio abbiano escluso in tutti i casi un’eziologia virale di tipo A, B, C, D ed E,le autorità sanitarie del Regno Unito considerano l’ipotesi infettiva la più probabile, dato il dipinto epidemiologico e le caratteristiche cliniche dei casi. Sono state avviate, e sono in atto, pure inchieste tossicologiche». Lo si legge nella circolare del dicastero della Salute sui controlli dopo i casi di epatiti acute fra bimbi.

Il dicastero della Salute sollecita la segnalazione di ogni eventuale caso di epatite acuta che risponda alla definizione di caso allo stato attuale adottata dall’OMS. «Si raccomanda, in questa fase, volendo privilegiare sensibilità in confronto a specificità, di valutare ed eventualmente segnalare pure i casi parzialmente rispondenti alla definizione di caso. Si raccomanda altresì di prevedere in ogni caso la conservazione dei campioni biologici per permettere ogni altro eventuale accertamento ritenuto essenziale». E quanto si legge nella circolare del dicastero della Salute a firma del direttore alla precauzione Gianni Rezza, emanata oggi.


The post in italian is about:
Pediatric acute hepatitis, alert from the Ministry of Health. "Report suspected cases, no link with the Covid vaccine"

In Italy already 11 reports of which two confirmed


L’article en italien concerne :
Hépatite aiguë pédiatrique, alerte du ministère de la santé. "Déclarer les cas suspects, aucun lien avec le vaccin Covid"

En Italie déjà 11 signalements dont deux confirmés

Articoli simili