Notizie Viterbo

Fontane a secco diventano pattumiere all’aperto

#Viterbo #News #Fontane #secco #diventano #pattumiere #cielo #aperto

Fontane a secco diventano pattumiere all’aperto

Da più di due mesi senz’acqua stanno raccogliendo rifiuti di ogni genere

di Max Vismara

VITERBO – Dopo più di due mesi che tutte le fontane di Viterbo sono senz’acqua i opere monumentali si stanno trasformando in pattumiere.

Ormai il gorgoglio dell’acqua che zampilla dalle fontane della città dei papi e un ricordo lontano. Qualcuno difatti dallo scorso 18 febbraio ha chiuso l’acqua ai opere monumentali più importanti di quella che viene definita la città delle fontane. Sul motivo della serrata idrica tutto tace ma sembra da rumors di corridoio che questa decisione sia stata presa dopo la scadenza dell’appalto per la pulizia delle sopracitate fontane e dunque che aspettano la una gara per assegnare di nuovo il compito, qualcuno avrebbe pensato bene di chiudere i rubinetti in avvicinamento di tempi migliori. Ovviamente questa tesi non e stata ne confermata ne ritrattazione da palazzo dei Priori e ovviamente la curiosità dei viterbesi sta incrementando, proprio come sta incrementando parallelamente la monnezza che fiorisce dentro le vasche ormai vuote da eccessivamente tempo.

”Stanno diventando delle pattumiere – dice C.Z residente in centro – e uno scandalo, con la città piena di turisti tutte le fontane sono a secco, in più le stanno trasformando in secchi della spazzatura o in parchi giochi come quella di piazza della Rocca, l’altro giorno ero a spasso con il cane e dentro le sue vasche c’erano dei ragazzini che giocavano, in questa maniera danneggiano un monumento e rischiano pure di farsi male”.

Nella foto inviata dallo stesso residente si vede chiaramente l’alveo della fonte dei leoni di piazza delle Erbe pieno di bottiglie vuote sia di vetro che di plastica. Ebbene immaginate un ipotetico visitatrice che magari ieri in occasione della Pasquetta avendo deciso di visitare Viterbo, decidendo di farsi una foto sulla fonte che cosa avrebbe pensato vedendo cosa c’e nella sua parte interna al posto dell’acqua.

Dopo più di due mesi che tutte le fontane di Viterbo sono senz’acqua i opere monumentali si stanno trasformando in pattumiere.

Ormai il gorgoglio dell’acqua che zampilla dalle fontane della città dei papi e un ricordo lontano,  qualcuno difatti dallo scorso 18 febbraio ha chiuso l’acqua ai opere monumentali più importanti di quella che viene definita la città delle fontane, sul motivo della serrata idrica tutto tace ma sembra da rumors di corridoio che questa decisione sia stata presa dopo la scadenza dell’appalto per la pulizia delle sopracitate fontane e dunque che aspettano la una gara per assegnare di nuovo il compito, qualcuno avrebbe pensato bene di chiudere i rubinetti in avvicinamento di tempi migliori, ovviamente questa tesi non e stata ne confermata ne ritrattazione da palazzo dei priori e ovviamente la curiosità dei Viterbesi sta incrementando, proprio come sta incrementando parallelamente la monnezza che fiorisce dentro le vasche ormai vuote da eccessivamente tempo.

Stanno diventando delle Pattumiere – Dice C.Z residente in centro – e uno scandalo, con la città piena di turisti tutte le fontane sono a secco, in più le stanno trasformando in secchi della spazzatura o in parchi giochi come quella di piazza della Rocca, l’altro giorno ero a spasso con il cane e dentro le sue vasche c’erano dei ragazzini che giocavano, in questa maniera danneggiano un monumento e rischiano pure di farsi male.

Nella foto inviata dallo stesso residente si vede chiaramente l’alveo della fonte dei leoni di piazza delle Erbe pieno di bottiglie vuote sia di vetro che di plastica, ebbene immaginate un ipotetico visitatrice che magari ieri in occasione della Pasquetta avendo deciso di visitare Viterbo, decidendo di farsi una foto sulla fonte che cosa avrebbe pensato vedendo cosa c’e nella sua parte interna al posto dell’acqua.Dopo più di due mesi che tutte le fontane di Viterbo sono senz’acqua i opere monumentali si stanno trasformando in pattumiere.Ormai il gorgoglio dell’acqua che zampilla dalle fontane della città dei papi e un ricordo lontano,  qualcuno difatti dallo scorso 18 febbraio ha chiuso l’acqua ai opere monumentali più importanti di quella che viene definita la città delle fontane, sul motivo della serrata idrica tutto tace ma sembra da rumors di corridoio che questa decisione sia stata presa dopo la scadenza dell’appalto per la pulizia delle sopracitate fontane e dunque che aspettano la una gara per assegnare di nuovo il compito, qualcuno avrebbe pensato bene di chiudere i rubinetti in avvicinamento di tempi migliori, ovviamente questa tesi non e stata ne confermata ne ritrattazione da palazzo dei priori e ovviamente la curiosità dei Viterbesi sta incrementando, proprio come sta incrementando parallelamente la monnezza che fiorisce dentro le vasche ormai vuote da eccessivamente tempo.Stanno diventando delle Pattumiere – Dice C.Z residente in centro – e uno scandalo, con la città piena di turisti tutte le fontane sono a secco, in più le stanno trasformando in secchi della spazzatura o in parchi giochi come quella di piazza della Rocca, l’altro giorno ero a spasso con il cane e dentro le sue vasche c’erano dei ragazzini che giocavano, in questa maniera danneggiano un monumento e rischiano pure di farsi male.Nella foto inviata dallo stesso residente si vede chiaramente l’alveo della fonte dei leoni di piazza delle Erbe pieno di bottiglie vuote sia di vetro che di plastica, ebbene immaginate un ipotetico visitatrice che magari ieri in occasione della Pasquetta avendo deciso di visitare Viterbo, decidendo di farsi una foto sulla fonte che cosa avrebbe pensato vedendo cosa c’e nella sua parte interna al posto dell’acqua.

Notizie Viterbo

Articoli simili