Notizie Frosinone

Frosinone, Amministrative, il Polo Civico nel Campo Largo

#Frosinone #Amministrative #Polo #Civico #Campo #Largo

Il Polo Civico ha ufficializzato il sostegno alla candidatura a primo cittadino di Domenico Marzi, nello schieramento dei partiti di centrosinistra che guarda al Campo Largo. La notizia era nell’aria, ma in ogni caso rappresenta un altro tassello nella costruzione della coalizione.

La ricostruzione
Nei giorni passati si e riunito il consiglio direttivo del Polo Civico. Gli esponenti del movimento politico che fa riferimento a Gianfranco Pizzutelli, «hanno manifestato – si legge in un comunicato – piena convergenza sulla candidatura dell’avvocato Domenico Marzi a primo cittadino del Comune di Frosinone, delineando i temi che andranno a comporre il programma politico». Dunque si somma: «E stata ritenuta valida l’opportunità di ripetere l’esperienza del cosiddetto Campo Largo che alle elezioni provinciali ha visto il Polo Civico giocare una partita da protagonista, cementando una sinergia su alcuni fondamentali punti programmatici». Alle provinciali la coalizione maggioritaria, a supporto del presidente Antonio Pompeo, e composta dal Partito Democratico, dal Polo Civico e da Provincia in Comune di Luigi Vacana. Il riferimento a quella esperienza caratterizza pure politicamente la scelta. Mette in rilievo il Polo Civico: «Il tema dell’ambiente e centrale e contempla pure il miglioramento dei servizi riguardanti la spazzatura solidi urbani. E proprio in funzione dei servizi alla collettività e ai cittadini, si pensa al rafforzamento dell’organico comunale, all’istituzione di nuovi sportelli e uffici municipali che restituiscano vicinanza al territorio e alla popolazione. In questa direzione, la creazione del Grande Capoluogo o Città intercomunale rappresenta una stella polare, un modello operativo e funzionale per gestire alcuni servizi economizzando sui costi. Difatti, il Polo Civico ritiene che il trasporto pubblico scolastico, la gestione della spazzatura, il contrasto all’inquinamento e la gestione della movibilità, siano temi che richiedono una più ampia prospettiva e che i Comuni confinanti debbano collaborare sul piano amministrativo e gestionale. Pure la percezione e la garanzia di sicurezza ritorna in questo discorso, percio bisogna valutare l’incremento dell’organico dei agenti della polizia municipale, introducendo la figura del vigile di quartiere come presenza rassicurante e principale». Continua la nota: «E importante gettare le fondamenta per far diventare Frosinone una città attrattiva oltre al fatto che su cultura, sport e turismo, oltretutto nel merito del commercio, dell’industria e dell’artigianato, cercando di sfruttare al massimo la posizione geografica del capoluogo. La pianificazione pianificazione urbana guardi ad una futura visione del territorio mirata alla riconversione dell’esistente, all’espansione e alla futura evoluzione della città nella sua interezza. Azioni di civiltà passano pure attraverso un più adeguato arredo urbano e, non ultimo per importanza, un incremento delle iniziative sociali che assumono ancora più valore visti i due anni di epidemia che hanno radicalmente stravolto la quotidianità e la stabilità pure economica delle fasce sociali deboli. Percio, diventa determinante l’attenzione nei riguardi degli anziani, dei bimbi, dei disabili attraverso attività sociali e assistenziali. Imprescindibile per un’azienda avanzata e l’innovazione tecnologica a partire dalle scuole».

Il significato politico
Il Polo Civico ha una funzione strategica dentro la coalizione di centrosinistra, dal momento che proviene dal centrodestra. Può rappresentare vale a dire quel valore “trasversale” indispensable in ogni tipo di elezione comunale: togliere voti ad uno schieramento per portarli nell’altro. Sarà una lista diversa in confronto a quella di 5 anni fa: Gianfranco Pizzutelli sta puntando su concorrenti importanti che all’ultima competizione non hanno partecipato. Dell’attuale gruppo consiliare ci saranno Debora Patrizi e Claudio Caparrelli. Non Igino Guglielmi. E neppure Francesco Trina, che in ogni caso e rimasto nel centrosinistra: nella sostanza e il coordinatore della Lista Marini.

Il plauso dei Democrat
Il candidato primo cittadino Domenico Marzi dice: «Sono ovviamente molto appagato dell’adesione del Polo Civico alla nostra coalizione. Al di là dell’lampante significato politico che mi sembra superfluo sottolineare, non posso che apprezzare l’duttilità di chi si impegna per Frosinone valutando progetti di ampio respiro, scegliendo alla luce della qualità dei programmi e sull’idea della città che verrà. Il Polo Civico ha trovato nella nostra coalizione una comunione di intenti forte. Li ringrazio, convinto che faremo un grande lavoro insieme». Francesco De Angelis e l’architetto del Campo Largo. Rileva: «Con l’adesione del Polo Civico nella coalizione a supporto del candidato primo cittadino, Domenico Marzi continua a rafforzarsi il nostro progetto a scapito dell’attuale Amministrazione che perde pezzi importanti. Segno lampante della nostra grande apertura al civismo e alla società civile, per una coalizione larga, inclusiva e forte. Tramite il dialogo e un’intesa programmatica, e grazie alla capacità di confronto con le forze di centro e quelle moderate di Frosinone, oggi siamo ancora più competitivi. Il dipinto si sta delineando: il successo delle elezioni, per dare uno slancio nuovo al capoluogo dopo anni di immobilismo, e alla nostra portata. Non escludo nuove adesioni prossimamente: abbiamo un candidato autorevole, una squadra che riesce a coniugare esperienza amministrativa e innovazione, e lampante che siamo attrattivi e pronti ad includere». Il segretario provinciale del Pd Luca Fantini rileva: «Voglio sottolineare il dato politico di questa adesione: il Polo Civico, che conta nella sua parte interna personalità di grande rilievo, a deciso di sostenere la nostra visione di Frosinone del futuro. E un dato molto importante, che sottolinea una debolezza degli attuali amministratori nella capacità di proporre prospettive di crescita della città. Con il gruppo dirigente del Partito Democratico e con i nostri alleati, stiamo facendo un lavoro importante per includere ed allargare la coalizione. Non per una mera somma di sigle, ma per lavorare insieme su un progetto incentrato su punti programmatici comuni e per far sì che Frosinone torni a correre. Il Campo e largo intorno al nostro candidato primo cittadino, Domenico Marzi, che di certo a Frosinone non ha bisogno di presentazioni. Cambieremo viso alla città». Per il consulente regionale Mauro Buschini la scelta del Polo Civico e «segno della forza e dell’autorevolezza del candidato, ma pure della condivisione programmatica e di prospettiva per la capitale».

Notizie Frosinone

Articoli simili