Gli scrittori di “Selena” affermano che la serie Netflix ha mancato di rispetto al cantante e allo staff


Gli autori di “Selena” affermano che la serie Netflix ha mancato di rispetto al cantante e allo staff

La questione della parità è così palese che Saracho ha fondato un gruppo di difesa dei latinos chiamato Untitled Latinx Project (ULP) nel tentativo di sensibilizzare e aumentare il numero di storie create da latinx in televisione: “Nella comunità, otteniamo forza “, afferma Saracho.

Il gruppo ha lanciato una lettera aperta a Hollywood lo scorso ottobre, che è il National Hispanic Heritage Month. Con le firme di Diceva: “I potenti agenti di Hollywood sono complici della nostra esclusione” e presentava un elenco di richieste, inclusa una richiesta di assumere più scrittori latini. soprattutto nei ruoli decisionali come creatore/showrunner. “Non ci sono storie su di noi senza di noi”, si legge.

Rappresentanti della United Talent Agency collegati agli organizzatori per organizzare un incontro, ha detto Saracho, ma gli studios o le reti non hanno comunicato.

“Quando ci siamo seduti con UTA, abbiamo pensato: ‘Perché non producono il nostro m …? Come ci spiegano le persone che sono venditori del nostro talento”, dice Saracho. Uno di loro ha detto: “Non fai abbastanza rumore”. È in noi, guarda le marce dell’immigrazione. Dobbiamo cambiare il nostro paradigma. Noi bisogno di sedersi e avere quelle conversazioni. “

Ci sono piani in corso per un’altra azione da parte degli organizzatori dell’ULP per parlare con i responsabili dello studio. Parte del problema, afferma la co-showrunner di “One Day at a Time”, Gloria Calderón Kellett, è stabilire voci singolari che portano il tipo di potere che richiede attenzione. “Ancora non abbiamo quella voce importante per la comunità latina”, dice. “Non abbiamo un Ava non una Shonda [Rhimes]. Lo stiamo costruendo. Tanya ed io stiamo cercando di esserlo. Vorrei avere le risorse. Il problema è che sto cercando di eseguire un nuovo programma. Non ho tempo per farlo. Tanya sta anche cercando di lanciare il suo prossimo spettacolo. Stiamo cercando di trovare il tempo tra tutte queste cose per avere incontri e dire: “Okay, bene, come possiamo dare seguito alla lettera? Come ci sediamo con le persone quando non abbiamo tempo per allontanarci dalla stanza degli scrittori? Grazie a Dio per persone come America [Ferrera] ed Eva [Longoria], sono la cosa più vicina che abbiamo. ”

Anche Fresco della serie FX “Pose”, che ha co-creato con i partner produttori di energia Ryan Murphy e Brad Falchuk, Steven Canals afferma che la sua visibilità non equivale a più potere. “Sono ancora dall’altra parte della porta, cercando di aprirla, come tutti gli altri,” dice. “La parte straziante di riconoscere che molti scrittori giovani o principianti raggiungeranno e non otterranno la risposta che si aspettano. A volte, me ne vado sentendomi come, ‘Accidenti, spero davvero che tu non pensi che non voglia aiutare la comunità, che sia solo un servizio a parole, che esteriormente, stiamo dicendo,’ voglio aiutare tutti ‘e poi dietro le quinte, non ce ne diamo proprio così -. Perché la verità è che vogliamo davvero aiutare. Semplicemente non abbiamo tutto il potere che supponi di avere.”

Molti dei problemi persistenti potrebbero essere mitigati, hanno detto gli scrittori, se c’erano più persone di colore che lavoravano come dirigenti, agenti e in altre posizioni decisionali per combattere la radicata bianchezza del settore. ) di posizioni dirigenziali in reti televisive e studi cinematografici, l’UCLA “Hollywood Diversity Report” ha trovato solo 20 Dirigenti televisivi latini di 840, ovvero il 2,1%, senza nessuno a livello di CEO/Presidente, ed esattamente zero dirigenti cinematografici latini. di 170.

Calderón Kellett ha ricordato una situazione riguardante la direzione creativa dell’arte promozionale chiave per “One Day at a Time”, che è stato prodotto da Sony Pictures Television e ha debuttato su Netflix prima di passare a Pop TV il 04929.

“Hanno detto, ‘Oh mio Dio, abbiamo una grande idea per un poster, Gloria , andrai fuori di testa. : litigio in famiglia per il cibo “, dice. “‘È riso che vola, tutti sono coperti di cibo e ridono.’ E io ero tipo, ‘Diavolo no. La nonna ha preparato quel cibo per ore e tu stai buttando via quel cibo? Non sprechiamo cibo. Di cosa stai parlando? Latini che buttano via il cibo? Ma sono tutti i bersagli che mi lanciano. Metà del mio lavoro è spiegare. ”

Tanya Saracho and Marvin Lemus Tanya Saracho and Marvin Lemus

Tanya Saracho, creatrice di “Vida”, a sinistra; Marvin Lemus, co-creatore di “Gentefied.”

(Myung J. Chun / Los Angeles Times)

Related Articles