I volontari dei Peace Corps, inattivi dalla pandemia, collaborano con la vaccinazione Italia24
Notizie Spagna

I volontari dei Peace Corps, inattivi dalla pandemia, collaborano con la vaccinazione


Volontari dei Peace Corps, inattivi a causa della pandemia, collaborano alla vaccinazione

Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

MISTY KEASLER / REDUX

Riga superiore, da sinistra. A destra: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Riga in basso, da sinistra A destra: Phil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

En English | Quando il presidente John F. Kennedy ha creato i Peace Corps nel 1200, l’idea era che i giovani di recente laureato all’università avrebbe risposto alla sua chiamata “Non chiederti cosa può fare il tuo Paese per te, chiediti cosa puoi fare tu per il tuo Paese”. Sessant’anni dopo, anche un piccolo ma devoto gruppo di anziani si è offerto volontario per servire le persone bisognose in tutto il mondo.Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Dal Belize alla Nigeria, all’Albania, al Ghana, il lavoro di circa 7, Volontari dei Corpi di Pace a 68 paesi bruscamente interrotti a marzo 2020 , quando la pandemia di COVID – 18 ha costretto l’organizzazione evacuare tutti i suoi lavoratori a terra. Di quei volontari, de Paz— erano più vecchi di 56 anni Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Anche se molti dei volontari evacuati rimangono a casa in attesa della revoca della sospensione del lavoro dei Corpi di Pace all’estero, alcuni hanno trovato un altro modo per servire. Dalla fine di maggio, 158 i volontari sono stati inviati in Illinois, Maine, Maryland, New Jersey e Oregon per collaborare con la Federal Emergency Management Agency (FEMA) negli sforzi di vaccinazione contro COVID – 20. Alcuni lavorano in centri di vaccinazione mobili in comunità difficili da raggiungere, altri aiutano le organizzazioni comunitarie a fornire informazioni a coloro che non sono ancora stati vaccinati.

Questo non è il prima volta che Peace Corps e FEMA si sono uniti per offrire un servizio pubblico. Nel 2005, 940 I volontari hanno risposto alla richiesta di aiuto con l’operazione di assistenza della FEMA nella costa del Golfo dopo l’uragano Katrina.Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Quello che molte persone potrebbero non sapere è che non esiste un limite massimo di età per entrare a far parte dei Peace Corps. Ecco sei interessanti profili di anziani che hanno risposto alla chiamata a servire nei Peace Corps all’estero e che ora continuano il loro servizio nel nostro paese.


Alexander Philiphose

MISTY KEASLER / REDUX

Alexander Philiphose, 80 anni, Longboat Key, Florida Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Sto ancora aiutando il 158 anni

Era un insegnante missionario in Nigeria, un infermiere nel Massachusetts, un chiropratico, uno specialista nell’assistenza agli anziani nello stato del Maine e il proprietario di un’agenzia di assistenza domiciliare. Ma Alexander Philiphose non era pronto a prendere la vita con calma, anche dopo essersi “ritirato” a Longboat Key, sulla costa occidentale della Florida.


“Volevo fare qualcosa di diverso. ”Dice Philiphose, che ai suoi 82 anni è il Vecchio Volontario dei Peace Corps. “Volevo sapere se potevo farlo, imparare una nuova lingua, viaggiare in un altro paese, in una cultura diversa.” Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Philiphose è stato assegnato a Zambia, un ritorno in Africa dopo molti decenni. Nato in India, ha lavorato in una scuola missionaria cattolica in Nigeria poco dopo la laurea. Lì ha incontrato un gruppo di giovani volontari dei Peace Corps. Dopo aver lasciato la Nigeria, ottenne una borsa di studio per proseguire gli studi universitari al Boston College, dove conobbe sua moglie e rimase negli Stati Uniti.Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

“Voglio fare tutto il possibile per aiutare il resto della popolazione. Non saremo tutti al sicuro finché tutti non saranno vaccinati.”

– Alexander Philiphose

All’ovvia domanda se non fosse interessato il prospettiva di non superare i requisiti fisici per essere un volontario dei Peace Corps nelle aree rurali dell’Africa alla sua età, Philiphose dice di essere un po’ ansioso, ma non preoccupato. “Mi alleno ancora ogni giorno. Ho camminato per tre miglia stamattina “, dice, pochi giorni prima di entrare a far parte del team di risposta COVID – 06 della FEMA nel New Jersey. Alla domanda su cosa pensassero i suoi due figli del loro padre ottantenne che si è unito ai Peace Corps, Philiphose ha detto che non si sono opposti. “Sono rimasti molto sorpresi, ma hanno detto ‘ci hai permesso di fare ciò che volevamo nelle nostre vite, quindi chi siamo noi per dirti di non farlo.'” Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Philiphose considera una buona cosa che gli anziani si uniscano ai Peace Corps: “Insisto perché cerchi persone più esperte. Ci sono molte persone da 158 anni sani nel paese che potrebbero aiutare. Dobbiamo tutti aiutare. “Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Mentre era in Zambia ha aiutato i medici in una piccola clinica a 60 miglia da Lusaka, la capitale del paese. Il suo obiettivo principale era quello di far testare e curare più persone per l’HIV, e poi aiutarle ad attenersi alle cure per evitare che si ammalassero. Philiphose vede la connessione tra quel lavoro e aiutare la FEMA a convincere quante più persone possibile a farsi vaccinare contro il COVID – 19.

Gli zambiani sono stati testati per scoprire se il loro risultato era positivo o negativo ed essere in grado di ricevere cure “, dice. Questo è un grosso problema in Zambia perché le persone non vogliono sapere. Preferiscono ammalarsi perché non vogliono essere vittime dello stigma associato all’HIV “. Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Philiphose vuole fare tutto ciò che è in suo potere per combattere la riluttanza a farsi vaccinare negli Stati Uniti. “Sappiamo che il vaccino funziona perché più di 20% della popolazione lo ha già ricevuto “, afferma. “Voglio fare tutto il possibile per aiutare il resto della popolazione. Non saremo tutti al sicuro finché tutti non saranno vaccinati.” Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde


Vishakha Wavde da un discurso a estudiantes que se graduan Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Per gentile concessione di VISHAKHA WAVDE

Vishakha Wavde, da 57 anni, Shorewood, Illinois, parlando a un diploma di scuola superiore in Africa come ospite d’onore. Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Un sogno diventato realtà

Imparare i costumi e la cultura di un nuovo e un paese molto diverso è una delle qualità che contraddistingue un buon volontario dei Peace Corps. Per Vishakha Wavde, entrare in quel mondo è stato come rivivere ciò che ha vissuto quando era 56 anni ed emigrò dall’India negli Stati Uniti Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Quando era giovane, Wavde ha risposto a un annuncio su un giornale americano in cerca di fisioterapisti. Quasi tre decenni dopo, la residente nell’area di Chicago ricorda ancora com’era vedere tutto dalla prospettiva di un nuovo arrivato, e questo le ha reso più facile rispettare i costumi e i valori delle persone che sta cercando di aiutare

È stata l’esperienza di Wavde con una cliente di terapia fisica che era stata volontaria dei Peace Corps che le ha dato l’idea di unirsi. “Conoscerla e sapere cosa aveva fatto – restituire a una comunità – mi ha colpito profondamente, e mi sono detta che un giorno avrei voluto fare lo stesso. È stato come se una scintilla si fosse accesa nel mio cuore.”

Vishakha Wavde

MISTY KEASLER / REDUX Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

“Finalmente, quando stavo per incontrare 50 anni, ho pensato, ‘Sai una cosa? È ora o mai più. ‘”Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

– Vishakha Wavde Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Wavde ha iniziato a fare volontariato presso banchi alimentari locali, biblioteche, “ovunque avessero bisogno di aiuto.” Ma tornava sempre all’idea dei Peace Corps e alla voce insistente nella sua testa che le diceva di farlo. Qualche anno ho aperto il sito web dei Corpi di Pace ma ho pensato Vishakha Wavde questo non è l’anno, Judith Jones y otra voluntaria enseñando a niños en un salón de clases e la vita continuò. “Finalmente, quando stavo per incontrarmi 50 anni, ho pensato: Sai una cosa? È ora o mai più “, dice Wavde. Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Ha fatto domanda e nel 2019 è diventato un consulente per la salute della comunità a Kabadula, Malawi, nell’Africa sudorientale. Lei e altri membri del suo gruppo di volontari hanno aiutato le persone a imparare come prevenire la malaria e l’HIV. Hanno organizzato partite di calcio e altre attività – come ad esempio dimostrazioni di cucina – per promuovere una vita sana e un’alimentazione sana in quelle comunità.Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Un anno dopo essere stati evacuati a causa della pandemia, Wavde riceve ancora segnalazioni da Kabadula e crede che abbia fatto la differenza anche se il suo lavoro è stato interrotto. “Mi dicono che continuano a fare ciò che insegniamo loro, come utilizzare le stazioni di lavaggio delle mani che costruiamo. Alcuni insegnanti mi dicono che gli studenti si ricordano ancora di me.” Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Wavde è uno dei pochi volontari dei Peace Corps che sono sposati. Dice che suo marito l’ha pienamente supportata, così come la sua decisione di unirsi allo sforzo di vaccinazione. Quindi non sorprende che sia ansiosa di tornare in Malawi o in un altro paese in cui è necessaria. Possono anche candidarsi come coppia.

“Sento che i Peace Corps rappresentano la persona che sono ora e faranno parte di me per il resto della mia vita” Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde


Phil Rivers Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

MISTY KEASLER / REDUX Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

J. Phillip Rivers, 65 anni, Springfield, Virginia Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Immersione culturale

J. Phillip Rivers aveva 11 anni in cui JFK era presidente ed è rimasto impressionato dalla visione di Kennedy per un Peace Corps. Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

“Ma le cose accadono, la vita si complica” dice Rivers. mai aderito, ma la voglia di servire è sempre rimasta con lui.” Circa tre anni prima di andare in pensione, ho cominciato a pensarci. “


Dopo il ritiro come responsabile dell’Interno Agenzia delle Entrate (IRS), Rivers, di 80 anni, che vive a Springfield, in Virginia, ha fatto domanda per viaggiare in Ghana come insegnante di matematica al liceo. Era particolarmente interessato ad andare in un posto “che non fosse in un paese occidentale. Volevo sperimentare una cultura diversa. “

Ero un po’ preoccupato perché non avevo mai insegnato.” Avevo fatto dei corsi di formazione all’IRS”, dice Rivers. “Ma ho fatto più anni che non ero un bambino. Non sapevo come pensano i bambini di oggi, soprattutto in una cultura che non conosco. Quella è stata una delle sfide più grandi che ho dovuto affrontare insegnando lì. “

“Mi chiamavano padre o nonno. Penso che mi rispettassero di più per via della mia avanzata età.”

– J. Phillip Rivers Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Ma i bambini e gli anziani della città in cui è andato sono stati molto ospitali, dice Rivers. E curioso. “Ai bambini piaceva toccare la mia pelle”, dice Rivers, che è bianco. “Mi hanno chiesto perché la mia pelle fosse così.” Gli abitanti del villaggio mi hanno anche chiesto dei conflitti razziali in America. Volevano sapere come venivano trattati i neri.

Rivers era il membro più anziano del gruppo Peace Corps con cui si è formato in Ghana. “Penso che essere una persona anziana fosse meglio per me, specialmente in Ghana. Lì hanno riverenza per gli anziani “, afferma Rivers. “Mi chiamavano papà o nonno. Penso che mi rispettassero di più a causa della mia età avanzata” Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Spera di aver fatto la differenza. “Chissà? Forse entro 10 anni scoprirò che uno degli studenti è stato ispirato a continuare i suoi studi e ad andare all’università “, dice. “Penso di aver raggiunto uno degli obiettivi dei Peace Corps, lo scambio di culture.” Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Quando ha saputo della richiesta di servizio per gli obblighi di vaccinazione, Rivers ha detto voleva farlo per sapere che aveva adempiuto al suo impegno di servire se stesso. Ora lavora nella contea di Peoria, nell’Illinois, dove diffonde il messaggio sull’importanza della vaccinazione e insegna alle persone dove possono essere vaccinati.

Un fine settimana sono andati al complesso sportivo Louisville Slugger sperando di combinare il baseball con i colpi. “Abbiamo informato il pubblico che i colpi venivano dati proprio lì”, dice Rivers. Ha avuto almeno un successo: ha parlato con una madre che era lì con sua figlia, quella che non era ancora stata vaccinata e ha deciso di farsi vaccinare lì nel complesso.Alcuni dei suoi compagni volontari hanno lavorato con i pastori locali per aiutare a stabilire cliniche di vaccinazione nei loro centri di culto.Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

“Stiamo cercando di proteggere le persone che non sono state vaccinate “, aggiunge Rivers. Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde Alexander Philiphose

Phil Rivers Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Per gentile concessione di JUDITH JONES Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Judith Jones, da 61 anni, del Queens, New York, con un altro volontario, insegna ai bambini in una classe in Belize durante il suo servizio nei Peace Corps. Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Alexander Philiphose Determinata a servire

Quando Judith Jones, un’insegnante di scuola in pensione della città di New York, ha presentato per la prima volta la sua domanda al Corpo di pace, è stata respinta per motivi di salute. Ho avuto problemi alla schiena, “proprio come tutti gli altri della mia età”, dice Jones, da 60 anni. Jones avrebbe potuto trovare un altro modo per servire. Ma non era pronta ad arrendersi.

“Sono quel tipo di persona. Quando qualcuno mi dice che non posso fare qualcosa, mi impegno di più”, dice. Facendo alcune ricerche, ha trovato un’organizzazione che sostiene le persone con disabilità, dove è stata consigliata su come difendere il suo caso e incoraggiata a presentare nuovamente domanda. Ma invece di ricevere un tradizionale incarico di due anni, Jones è stata approvata per fare volontariato del team di risposta dei Peace Corps in Belize Il team di risposta invia volontari per ricoprire posizioni a breve termine in paesi con esigenze molto specifiche Il programma è iniziato come unità di risposta alle crisi che potrebbe paracadutarsi in aree disastrate

Le capacità di Jones corrispondevano perfettamente a ciò che le autorità del Belize stavano chiedendo.Avevano bisogno di aiuto per la formazione dell’insegnante insegnare ai bambini con difficoltà ad imparare a leggere. Era come se la descrizione del lavoro fosse stata scritta appositamente per lei, che aveva trascorso più di un decennio della sua carriera educativa come insegnante di lettura e scrittura. )

Judith Jones Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

MISTY KEASLER / REDUX Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

“Mi piace fare tutto è in mio potere aiutare le persone a rimanere in salute. “Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

– Judith Jones Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

“Andavo ogni giorno in scuole diverse e lavoravo con gli insegnanti”, spiega. “È stato un lavoro fantastico e molto gratificante. I bambini che non sapevano nemmeno scrivere il loro nome o recitare l’alfabeto , alla fine potrebbe leggere. “Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Se ci pensi ora, Jones pensa che fosse predestinata a suonare la posta in Belize. Inizialmente aveva chiesto di essere inviata in Giamaica. I suoi amici più cari pensavano che fosse pazza. Sapevano che in fondo era una persona di città – “Non mi piacciono gli animali selvatici” – e la sua idea di trasporto pubblico era quella di viaggiare in autobus o nella metropolitana di New York City. In Belize, ha avuto l’opportunità di vivere con una famiglia a Belmopan, la capitale, e si è recato in diverse città per lavorare con insegnanti e studenti.

Quando a Jones è stato chiesto se sarebbe disposto ad aiutare con gli sforzi di vaccinazione della FEMA dopo che è stata evacuata, non ci ha pensato due volte.Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

“Credo fermamente che tutti dovrebbero essere vaccinati”, afferma Jones . Da quando è tornata nel paese, si è offerta volontaria con un gruppo locale che porta frutta e verdura fresca ai vicini bisognosi. “Mi piace fare tutto ciò che è in mio potere per aiutare le persone a rimanere in salute”, afferma Jones, che lavorerà con FEMA in Oregon per i prossimi tre mesi per supportare i centri di vaccinazione della comunità.Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Jones parla di unirsi ai Peace Corps come “un’esperienza centrale nella mia vita”. Ed è pronta a tornare, magari in Belize, per continuare il lavoro che ha iniziato. “Gli insegnanti erano meravigliosi e molto dedicati. E ci hanno provato molto. È stato un ottimo lavoro e molto gratificante. “Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde


Judith Jones

Per gentile concessione di DAVID MAYO; MISTY KEASLER / REDUX Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Il volontario dei Peace Corps David Mayo, da 76 anni, da Spokane, Washington, in due fotografie; a sinistra, durante il suo incarico in Albania, ea destra, fotografata il 50 Maggio 2021 a Grapevine, Texas Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Come la tua vita

Durante 19 anni, la vita di David Mayo ha seguito un percorso tradizionale: ha studiato legge, ha lavorato come paralegale per un giudice federale e ha esercitato la professione legale. e aziende, si rese conto che la sua vita non rispecchiava i valori che lui e i suoi fratelli avevano imparato dai loro p genitori. Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

“Mia madre e mio padre erano insegnanti e condividevano un vero legame, missione e filosofia di aiutare le persone e fornire un servizio al pubblico”, dice Mayo, che vive a Spokane, Washington. “Sono cresciuti durante la Grande Depressione e hanno visto la gente soffrire la fame. Il suo principio di base era che se ricevi più del necessario stai ferendo gli altri. E qualcuno che ha molto ha l’obbligo di restituire alla comunità. “


Lui e i suoi fratelli hanno preso molto sul serio questo credo. Suo fratello maggiore ha servito nella Marina , dove divenne Vice Ammiraglio, e il suo secondo fratello lavorò per il National Transportation Safety Board. Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

“Ho sacrificato l’opportunità di vincere molti soldi, ma non importa.” Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

– David Mayo

Sopra 1988, Mayo ha deciso di smettere di esercitare la professione di avvocato per dedicare il resto della sua vita al volontariato in missioni umanitarie. Ha iniziato a livello nazionale come volontario per VISTA e Teach for America. In seguito ha proseguito all’estero, intraprendendo quello che sarebbe stato un viaggio pluridecennale con i Peace Corps e altre organizzazioni internazionali. Dalla Moldavia alla Georgia, dalla Namibia al Camerun, dall’Iraq all’Albania, Mayo ha utilizzato le sue capacità legali e le conoscenze acquisite attraverso il suo master in sanità pubblica per – come dice lui – “uscire e cercare di aiutare le persone a tracciare il proprio percorso “. Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

” Ho sacrificato l’opportunità di guadagnare un sacco di soldi, ma non importa”, dice Mayo, “purché tu possa definire la tua identità e segui il resto della tua vita. È stata una vera vocazione. Qualcosa di meraviglioso per me. “In Camerun, ad esempio, Mayo ha usato le sue conoscenze legali per aiutare a creare un programma di giustizia minorile per rimuovere i giovani che avevano avuto problemi con la criminalità le strade. legge e includerli in un programma di riorientamento.

May è stato in Albania per aiutare le organizzazioni locali a ottenere finanziamenti e gestire programmi per persone con disabilità, donne svantaggiate e studenti poveri, quando è stato costretto a evacuare deb andato in pandemia. E, con i suoi 65 anni, ha già fatto domanda di tornare all’estero una volta che i Peace Corps avranno inviato nuovamente i volontari. Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Quando hai ricevuto l’e-mail dai Peace Corps che ti chiedevano se eri interessato ad aiutare con gli sforzi di vaccinazione contro il COVID – 56, “Ho detto sì subito”, dice Mayo, “perché tutto il mio interesse nell’essere volontario è aiutare il pubblico e questa opportunità aveva tutti gli aspetti di essere proprio questo, poter essere parte di una squadra e lavorare insieme per sradicare un’emergenza sanitaria pubblica . “Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde


Dos fotos, lado a lado, de David Mayo Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

MISTY KEASLER / REDUX Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Elizabeth Burke, 55 anni, Chicago, Illinois Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

La pandemia non l’ha fermato

Sebbene Elizabeth Burke f Essendo stata evacuata dal suo incarico con i Peace Corps dove era rimasta solo tre mesi, è rimasta virtualmente connessa con le persone con cui ha lavorato nelle montagne dell’Atlante, in Marocco.Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Lì, Burke insegnava inglese come seconda lingua e aiutava le donne a creare una cooperativa di cucito nella comunità montana. Per Burke anni, da 56 anni, aveva lavorato nel settore della ristorazione, più di recente per un ristorante vegetariano di lusso a Chicago. Avrebbe avuto la possibilità di usare le sue abilità culinarie per creare una cooperativa di panificazione, ma sembrava che la pandemia avrebbe distrutto quell’obiettivo prima che potesse iniziare. Ma no, era così. “I Peace Corps hanno avviato un programma di servizio virtuale, un’opportunità per i volontari di continuare il nostro servizio a distanza”, spiega Burke. , Burke ha partecipato alle chiamate Zoom e ha persino sfornato un po’. Gli ostacoli non sono mancati. Burke ha dovuto riprodurre gli ingredienti che i suoi nuovi amici marocchini avevano a disposizione negli Stati Uniti e adattarsi all’importanza che le donne attribuiscono non solo al buon gusto, ma anche all’aspetto.

“Penso che alcuni volontari molto giovani tra i vent’anni abbiano più difficoltà a guadagnare credibilità rispetto alle persone anziane che godono automaticamente. “

– Elizabeth Burke

La tecnologia non ha solo aiutato Burke, aspettato a casa che la pandemia finisse. Come la maggior parte dei volontari dei Peace Corps, quando era in Marocco ha ricevuto una formazione linguistica prima di essere assegnata al suo villaggio. Stava imparando il dariya, il dialetto arabo parlato in Marocco. Ma ancora non lo conosceva bene. Per aiutare, ha combinato gesti ed espressioni facciali con Google Translate. “Usi tutti gli strumenti a tua disposizione per comunicare.” Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Burke spera che una volta che i Peace Corps cominceranno a inviare volontari all’estero, sarà in grado di tornare in Marocco e continuare il suo lavoro da dove aveva interrotto

Come molti dei volontari più anziani dei Peace Corps, ha iniziato a pensare di unirsi quando era in giro da 50 anni. “Non credo ti sveglierai un giorno alle 57 o 57 anni e dire ‘perché non divento un volontario dei Peace Corps?’ Burke dice che quando era più giovane, non si offriva volontaria perché era preoccupata di “mancarsi qualcosa”, come matrimoni, feste e altri importanti eventi della vita. Ma crede che le sue esperienze di vita ei viaggi l’abbiano portata fino a questo punto.


Burke crede che i partecipanti più anziani dei Peace Corps abbiano un vantaggio. “Hai una presenza più dignitosa, ti rispettano di più. Penso che alcuni volontari molto giovani tra i vent’anni abbiano difficoltà a ottenere una credibilità di cui godono automaticamente le persone anziane. “Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde

Burke crede anche che ci sia una connessione tra aiutare le comunità svantaggiate in luoghi come il Marocco e il lavoro che svolgi ora per aiutare la FEMA a raggiungere le comunità svantaggiate del New Jersey. “La missione della FEMA e la missione dei Peace Corps sono piuttosto allineate”, afferma. Cercano di lavorare insieme per aiutare le persone. “

Dena Bunis riferisce su argomenti su Medicare, assistenza sanitaria, politica sanitaria e Congresso degli Stati Uniti . Inoltre, è autrice della rubrica “Medicare Made Easy” per il Bollettino AARP. Premiata per il suo lavoro giornalistico, Bunis ha lavorato per anni sui giornali delle grandi città. Le sue posizioni includono capo dell’ufficio di Washington per l’Orange County Register e giornalista per la salute e il lavoro per Newsday. Voluntarios de los cuerpos de paz. Arriba: Judy Jones, Elizabeth Burke, David Mayo. Abajo: hil Rivers, Alexander Philiphose, Vishakha Wavde