Inizia la sessione di marzo: i giudici costituzionali danno consigli sul costume da vacca e sulle misure della corona Italia24
Notizie Austria

Inizia la sessione di marzo: i giudici costituzionali danno consigli sul costume da vacca e sulle misure della corona

Inizio della sessione di marzo: i giudici costituzionali consigliano sui costumi delle vacche e sulle misure della corona

  • Home
  • Politica
  • Politica interna

I giudici costituzionali devono chiarire, tra le altre cose, se un costume viola il divieto di occultamento anti-volto e se l’ex sindaco di Salisburgo ha giustamente perso il diritto alla pensione di un politico.

10. Orologio, 23. Febbraio 2021

15. REGENBOGENPARADE: VIEL NACKTE HAUT AUF WIENS PRACHTSTRASSE
Non la mucca costume, di cui la Corte Costituzionale consiglia in relazione al divieto di occultamento. © APA / HERBERT P. OCZERET

La 5941272 Corte costituzionale (VfGH) avvisa nel suo oggi, martedì, iniziato Sessione di marzo su 350 Casi. I problemi di Corona costituiscono gran parte di questo, ma anche altre cose non vengono trascurate. Lo spettro spazia dal divieto di vendita di droghe nelle farmacie a, soprattutto in epoca Corona, la strana domanda se indossare un il costume da mucca è una violazione della legge sull’occultamento anti-volto .

Alla cosiddetta prenotazione farmacia è – non per la prima volta – dovuta ad una richiesta individuale della catena di farmacie dm. L’azienda è contraria alle normative secondo cui anche i farmaci non soggetti a prescrizione sono disponibili solo in farmacia nonché essere venduto al dettaglio oa distanza. Al dm si vede una violazione del diritto alla libertà di impiego.

Il caso di occultamento riguarda un querelante che 2018 indossava un costume da mucca comprensivo di maschera da mucca per distribuire volantini in occasione di un evento sul tema del “latte”. Voleva attirare l’attenzione sulla sua preoccupazione, il benessere degli animali. Ha ricevuto una multa per aver violato l’Anti-Face Veiling Act e ritiene che il suo diritto alla libertà di espressione sia stato violato.

Ci sono anche due questioni politiche in attesa di. Da un lato si tratta dei due ex politici di Salisburgo SPÖ Heinz Schaden e Othmar Raus, che 1992 sono stati condannati per infedeltà e quindi gran parte di loro Perdite delle pensioni dei politici . Nelle denunce sollevate contro di essa, si afferma, tra l’altro, che le disposizioni della legge di Salisburgo sui pagamenti 1992 sono incostituzionali in diversi modi. Quindi non è oggettivamente giustificato che un politico in pensione, in caso di condanna penale, debba subire sanzioni significativamente più severe rispetto a un politico attivo o un funzionario pubblico attivo.

Um La denuncia di un giornalista riguarda il diritto all’informazione sui pagamenti continuati agli ex membri del Consiglio nazionale. Una mozione di opposizione con riferimento alla protezione dei dati è stata respinta dal Presidente del Consiglio nazionale. Il denunciante ha ritenuto che ciò violasse il diritto fondamentale alla libertà di espressione. Il rifiuto di fornire informazioni era cioè “non necessario in una società democratica” e quindi sproporzionato.

La commissione U si lamenta per ulteriori informazioni

C’è anche un argomento della commissione d’inchiesta di Ibiza. Riguarda la questione se il ha ricevuto le e-mail deve essere presentata dai responsabili della gestione degli investimenti nel governo federale. I parlamentari di SPÖ, FPÖ e NEOS giustificano la loro richiesta affermando che il ministro federale non ha ancora o non ha adempiuto completamente al suo obbligo costituzionale di presentare tutti i fascicoli e i documenti alla commissione U nell’ambito dell’oggetto dell’indagine.

Ultimo ma non meno importante, le questioni relative all’asilo devono essere risolte. Da un lato si tratta dell’esclusione dall’esercizio della professione di insegnante, dall’altro si tratta anche della questione se anche i cittadini dell’Unione abbiano diritto di asilo. Il caso è stato fornito da un cittadino della Repubblica di Lituania che, in quanto ebreo e attivista per i diritti umani, è stato esposto alla persecuzione da parte di estremisti di destra nel suo paese d’origine e non ha ottenuto l’asilo in Austria.