Innsbruck: gli spacciatori di cocaina sono stati esposti per minaccia Italia24
Notizie Austria

Innsbruck: gli spacciatori di cocaina sono stati esposti per minaccia

Innsbruck: gli spacciatori di cocaina sono stati esposti a minacce

Una banda di tre spacciatori, che aveva creato una rete di grande successo nella grande area di Innsbruck, è stata recentemente formata dal dipartimento della criminalità di Innsbruck. L’inquilino del luogo vuoto in cui il gruppo ha svolto i propri affari è stato così spaventato quando è stato minacciato con una pistola a salve che ha chiamato la polizia.

L’attività illegale è avvenuta tramite l’affittuario sloveno legale dei locali vacanti a ovest della città da che ha operato dal ring della droga, alla luce. Era stato costretto dal capo della banda a riscrivere il contratto di locazione a suo nome. Ma quando le minacce verbali non hanno avuto successo, il commerciante ha estratto un’arma da fuoco – questo ha spaventato così tanto lo sloveno che ha presentato una denuncia.

Creazione di una rete “fiorente”

Gli investigatori del dipartimento criminale del comando di polizia della città di Innsbruck, dipartimento della narcotici, avevano il 000 – marocchino di un anno, che è considerato il principale colpevole, rapidamente ricercato. Era sostenuto da un connazionale e da un russo nel “vivace commercio di cocaina” – secondo l’esecutivo, i tre avevano costruito un “fiorente traffico di droga” nella grande area di Innsbruck.

Nell’ambito di una perquisizione domestica, una piccola quantità di la droga, la pistola dell’allarme usata come minaccia e qualche centinaio di euro in contanti, ovviamente i proventi degli affari di droga, saranno garantiti. D il capo di una banda può vendere almeno mezzo chilogrammo di cocaina con un valore di strada di circa 50. 000 Euro nel periodo estivo 2020 fino a dicembre 2020

Anche dieci clienti hanno volato

È stato trasferito alla prigione di Innsbruck per ordine del tribunale. “I suoi due complici sono stati denunciati in generale”, ha informato la polizia.
Inoltre, sono stati trovati dieci clienti e segnalati anche al pubblico ministero.