Kamala Harris chiede al presidente del Messico di non interferire con il lavoro delle ONG Italia24
Notizie Spagna

Kamala Harris chiede al presidente del Messico di non interferire con il lavoro delle ONG

Kamala Harris chiede al presidente del Messico di non interferire con il lavoro delle ONG

Durante il suo tour in Centro America, la vicepresidente ha parlato con Andrés Manuel López Obrador e Giammattei come continuare con il problema della migrazione negli Stati Uniti.

Giugno 11, 2021 2 minuti di lettura

Il Vice Presidente degli Stati Uniti (UE), Kamala Harris , ha fatto un giro Messico e Guatemala per parlare con i presidenti di entrambe le nazioni. Ha espresso la sua preoccupazione per la corruzione e l’impunità che si verificano nei due paesi.

Il motivo principale della visita è stato “attaccare il problema migratorio dalla radice “. Nel suo discorso ai migranti guatemaltechi, ha detto loro che ciò che il governo degli Stati Uniti voleva era che i guatemaltechi potessero “trovare la speranza nella propria casa”. Li ha avvertiti che il suo paese avrebbe rafforzato la sicurezza al confine, ripetendo due volte un sonoro “Non venire”.

In un’intervista a EFE alla fine del suo tour, ha riferito che ha chiesto al presidente messicano, Andrés Manuel López Obrador (AMLO), e al presidente guatemalteco, Alejandro Giammattei, di consentire alle ONG hanno svolto il loro lavoro senza alcuna interruzione da parte del governo. Ha voluto sottolinearlo perché è profondamente preoccupato che non ci sia indipendenza nel sistema giudiziario, nella stampa, nelle organizzazioni no profit e nelle ONG.

  • Forse interessi tu: 5 cose che ogni imprenditore può imparare da Kamala Harris
  • Il Segretario per le relazioni estere, Marcelo Ebrard , ha annunciato che l’incontro tra Harris e AMLO “è stato un incontro di grande successo”, secondo un tweet. Dice che hanno discusso dell’economia e della cooperazione per la sicurezza. Hanno anche parlato della riattivazione del Trattato tra Messico, Stati Uniti e Canada (T-MEC) e hanno firmato un accordo d’intesa di cooperazione internazionale. La mattina del 9 giugno, Ebrard ha spiegato che questo accordo lavorerà per consentire un dialogo sui modi migliori per affrontare il problema dell’immigrazione.