Notizie Latina

Latina, Diritti «decurtati» ai vigilini della Sct Pronti a scioperare subito

#Latina #Diritti #decurtati #vigilini #Sct #Pronti #scioperare

 Alla fine il cambio di gestione nel controllo dei parcheggi e costato molto caro in termini sia economici che di diritti ai impiegati cosiddetti fragili.

Una vicenda che viene riportata a galla con un lungo elenco di anomalie dal sindacato Usb, che dal 1º momento aveva invocato una più attenzione nella garanzia dei diritti per gli impiegati.

«Nel mese di luglio 2020 – mette in rilievo al momento in una nota Patrizio Caciotti della Usb – si e consumata la più grande ingiustizia nei riguardi degli impiegati addetti ai servizi di movibilità e parcheggi del Comune di Latina affidando l’appalto in luogo della società uscente Atral, alla Sct Group aggiudicataria dell’appalto effettuato nel corso della gestione dell’assessore Bellini e con il totale silenzio del Primo cittadino. Difatti gli impiegati hanno subito un notevole danno con tale disgraziata scelta della giunta del comune, che non ha voluto tenere conto delle clausole sociali a difesa dei 20 impiegati tra i quali 5 soggetti fragili consegnati ad un tutore presente nell’organico».

Un punto sul quale si e snodato un lungo confronto nelle settimane velocemente precedenti la fase finale dell’aggiudicazione.

Il sindacato Usb chiese allora di inserire le clausole vincolanti per la società perché in seguito sarebbe stato difficile, se non impossibile reintegrare i diritti per gli addetti cosiddetti «fragili».

«Nei cambi di appalto – aggiunge Cacciotti – tutti coloro i quali devono cambiare datore per via della nuova gara, hanno il diritto al mantenimento economico degli stipendi in essere. Invece nel caso di specie dal momento del cambio di seguito gli addetti al servizio si sono visti decurtare la propria retribuzione di oltre un 5º della stessa. Un taglio effettuato dal nuovo gestore Sct Group e che ha riguardato la 14ma mensilità oltre al disconoscimento del diritto alla malattia e al pagamento del lavoro domenicale e festivo. A nulla sono valse le rimostranze poste dal sindacato su tale assurda vicenda. La Sct Group ha recuperato le somme per il ribasso di gara fatte con la decurtazione alle retribuzioni degli impiegati. E per cio si rende indispensabile rivedere il contratto. Quello applicato (Safi) e stato sottoscritto solamente da un’organizzazione sindacale malgrado una decisione della Corte di Cassazione preveda la nullità di un contratto nazionale sottoscritto qualosa sia sottoscritto da una sola organizzazione sindacale».

La Usb per tutte queste considerazioni «ritiene urgente un confronto con l’amministrazione Comunale allo scopo di far recuperare ai impiegati quanto ad essi sottratto; vanno rivisti gli orari di lavoro e i posti di lavoro tra i quali la Marina di Latina. La Usb continuerà la propria battaglia nei riguardi sia della Sct Group che della giunta del comune pure attraverso scioperi e presidi degli impiegati sotto gli uffici municipali».

Di fatto e come se ripartisse la trattativa accantonata nel 2020 quando gia si temeva un risvolto negativo con la riduzione degli stipendi e dei diritti in linea di massima garantiti per chi effettua il servizio di contollo della continuità degli scontrini dlele strisce blu sia in centro che sul lungomare.

Notizie Latina

Articoli simili