Notizie Latina

Latina, Spari in via Londra, caccia al 3º uomo, ma la vittima non parla

#Latina #Spari #Londra #caccia #uomo #vittima #parla

Procede a ritmo serrato l’inchiesta della Squadra Mobile sull’agguato consumato sabato, in via Londra, ai danni di un residente marocchino, ferito all’addome con un colpo di pistola in circostanze ancora in fase di ricostruzione. I riscontri effettuati dagli inquirenti nell’immediatezza dei fatti, hanno consentito di indirizzare le ricerche nella giusta direzione: la svolta e arrivata col rintraccio dei presunti autori del tentato omicidio alle porte di Roma, mentre cercavano di raggiungere un posto utile come nascondiglio. Sui dettagli dell’operazione vige il massimo riservo, ma secondo le prime notizie trapelate, dei 3 giovani intercettati in due sarebbero stati bloccati, per i quali uno sarebbe stato sottoposto a fermo. Un 3º sarebbe invece riuscito a dileguarsi ed e tuttora irreperibile: su quest’ultimo si concentrano le ricerche dei poliziotti perché si tratterebbe del soggetto che ha materialmente premuto il grilletto.
L’inchiesta ruota attorno a 3 giovani fratelli De Rosa, una famiglia legata ai Di Silvio che ha consolidato i propri affari nello spaccio di sostanza stupefacente, oltretutto cøcåinå. Alcuni degli indiziati vivono proprio in via Londra, a due passi dal marciapiede dove si e consumato il tentato omicidio nel 1º pomeriggio di sabato. All’arrivo dei poliziotti il ferito si e limitato a dire di essere marocchino e di essere stato ferito con un colpo di pistola da un signore: null’altro, non ha riferito neppure le proprie generalità e per questo la sua accertamento e tuttora in corso. Poche le informazioni raccolte tra i residenti.
Gli inquirenti sono però riusciti a capire in breve tempo che l’esecutore materiale dell’agguato e come minimo uno dei fratelli si sono allontanati a bordo di una Peugeot 108 intestata a una compagnia di noleggio, poi trovata abbandonata nella rampa di uscita del sottopasso di via Vespucci che consente l’inversione di marcia. Il 3º, a quanto sembra, era pronto a caricarli a bordo di una vettura “pulita” utile per la fuga, una Fiat 500X intestata a un loro zio: con questa sono poi scappati verso Roma.

Notizie Latina

Articoli simili