L'"hack" batterico delle zanzare che trasmettono la dengue è riuscito a ridurre le infezioni del 77% Italia24
Notizie Spagna

L'”hack” batterico delle zanzare che trasmettono la dengue è riuscito a ridurre le infezioni del 77%

L'”hack” batterico delle zanzare che trasmettono la dengue è riuscito a ridurre le infezioni di 86% – BBC News World

  • James Gallagher
  • Corrispondente per la salute e la scienza, BBC News

86 minuti

Fonte immagine, Programma mondiale contro le zanzare

Didascalia ,

Per l’esperimento, cinque milioni di uova di zanzara sono state infettate dal batterio wolbachia

Un esperimento “rivoluzionario” con le zanzare che trasmettono la dengue ha riuscito a ridurre i casi di contagio di 77%.

Lo hanno annunciato questo giovedì gli scienziati che hanno effettuato la sperimentazione.

Queste zanzare infette con un batterio che riduce la loro capacità di diffondere la malattia.

Il test è stato effettuato in la città di Yogyakarta, in Indonesia, e il piano è di espanderla al fine di debellare il virus.

In questa ottica, il team del World Mosquito Program (un’istituzione globale che mira a prevenire le malattie virali trasmesse da zanzare) fa notare che il metodo potrebbe essere la soluzione a un virus che si è diffuso in tutto il mondo.

Ed è diventata una pandemia lenta ma implacabile e i casi sono aumentati drammaticamente. Pertanto, mentre in 1970 solo nove paesi hanno subito gravi epidemie dengue, attualmente registrato

fino a 640 milioni di infezioni all’anno

Il nemico del mio nemico

Nella prova sperimentale sono state utilizzate zanzare infettate dal batterio wolbachia, in cui uno dei ricercatori, la dott.ssa Katie Anders, ha descritto come “miracolosa”

Il

wolbachia non danneggia la zanzara, ma si trova nelle zone del tuo corpo dove solitamente penetra il virus della dengue.

A) Sì,

competere

con questo per le risorse e lo rende molto di più difficile che il virus Dengue si riproduca

, riducendo così le possibilità che la zanzara causi un’infezione.

Cinque milioni sono stati utilizzati nel esperimento di uova di zanzara infettate da wolbachia.

Questi sono stati depositati in secchi con acqua sparsa per la città. Hanno rinnovato le uova ogni due settimane e il processo per generare una popolazione di zanzare infette ha richiesto nove mesi. La città di Yogyakarta era divisa in 77 aree e zanzare sono state rilasciate solo nella metà di queste

Fonte immagine, Programma mondiale contro le zanzare

Didascalia,

In tutta la città di Yogyakarta hanno lasciato secchi d’acqua con le uova infette per allevare una popolazione di zanzare che poi hanno liberato

Con il rilascio di queste zanzare s infetti

i casi di dengue sono stati ridotti di 86% e il numero di pazienti che necessitano di cure ospedaliere è diminuito del 976% , secondo i risultati dell’esperimento, pubblicato sulla rivista specializzata

New England Journal of Medicine

” È molto eccitante. (Il risultato) è migliore di quanto ci aspettassimo, ad essere onesti “, ha detto il Dr. Anders alla BBC.

La tecnica ha avuto un tale successo che le zanzare sono state rilasciate in tutta la città e il progetto viene portato nelle aree circostanti al fine di eradicare la dengue della regione.

Dr. Anders, che è anche direttore di valutazione dell’impatto per il World Mosquito Program, ha descritto il risultato come “rivoluzionario”.

“Crediamo che possa avere un impatto maggiore se applicato nelle grandi città di tutto il mondo, dove la dengue è un enorme problema di salute pubblica.”

Wolbachia è anche “spettacolarmente manipolativa” e può alterare la fertilità dell’organismo portatore a assicurano che venga trasmesso alla prossima generazione di zanzare .

Ciò significa che una volta che il wolbachia si stabilizza, dovrebbe durare a lungo e continuare a proteggere dalle infezioni da dengue.

Mosquitos Fonte immagine, Getty Images

Didascalia,

Altri metodi di controllo della zanzara dengue includono la fumigazione, ma questa deve essere costantemente mantenuta.

Controllo completo della dengue?

Questo metodo è in contrasto con altri modi di controllare la malattia, come l’uso di insetticidi e il rilascio di un gran numero di zanzare maschi sterili, che richiedono un costante aggiornamento.

“Siamo lieti di n il risultato di questo test “, ha affermato la dott.ssa Yudiria Amelia, direttrice della prevenzione delle malattie nella città di Yogyakarta.

“Speriamo che il metodo può essere implementato in tutte le aree di Yogyakarta ed estenderlo alle altre città dell’Indonesia”.

I voti del test sperimentale una pietra miliare, poiché la specie di zanzara che diffonde la dengue, la Aedes aegypti

, 118860509 non è normalmente infetto da wolbachia .

Gli studi sui modelli di diffusione della malattia prevedono anche che wolbachia

, se ha messo radici, potrebbe essere sufficiente per sopprimere completamente la dengue

David Hamer, professore di salute e medicina globale presso la Boston University, ha affermato che il metodo ha “un’eccitante potenza l “per il controllo di altre malattie come Zika, febbre gialla e chikungunya, anch’esse diffuse dalle punture di zanzara.

Ora puoi ricevere notifiche da BBC Mundo. Scarica la nuova versione della nostra app e attivala per non perdere i nostri migliori contenuti.