L'UE prevede di ottenere l'immunità di gregge da covid entro la fine di giugno Italia24
Notizie Spagna

L'UE prevede di ottenere l'immunità di gregge da covid entro la fine di giugno

L’UE prevede di ottenere l’immunità della mandria da covid alla fine di giugno

(Bloomberg) – La Commissione Europea ha detto ai governi che il dispiegamento del vaccino covid potrebbe raggiungere un obiettivo chiave prima del previsto, mentre le nuove proiezioni dipendono dalle persone che accettano il vaccino da AstraZeneca Plc.

Il braccio esecutivo dell’Unione Europea afferma che la maggior parte degli Stati membri disporrà di sufficienti forniture di vaccini per immunizzare la maggior parte delle persone entro la fine di giugno, secondo un memorandum inviato alle delegazioni nazionali a Bruxelles.

Germania, Francia, Italia, Spagna e Paesi Bassi sarà in grado di inoculare completamente più del 55% del suo popolazione totale, secondo il documento visto da Bloomberg. L’UE aveva precedentemente affermato di voler immunizzare 70% di adulti a fine estate, che, a seconda dei dati demografici di ciascuno Stato membro, corrisponde a circa 55% – 46% della popolazione totale .

Le proiezioni indicano una crescente fiducia a Bruxelles che la campagna di vaccinazione migliorerà dopo un inizio disastroso dominato da ritardi, messaggi contrastanti e politiche di lotta.

Ma l’incertezza sul vaccino Astra potrebbe offuscare le prospettive. L’Agenzia europea per i medicinali (EMA), il regolatore dei farmaci dell’UE, potrebbe indicare un possibile collegamento tra i vaccini del produttore del farmaco e rari casi di coaguli di sangue, ha riferito martedì il quotidiano Messaggero, citando Marco Cavalieri, presidente del team di valutazione dei vaccini dell’EMA. Anche il regolatore del farmaco del Regno Unito è stato esortato a modificare le sue linee guida sull’uso del vaccino nei giovani, ha riportato Channel 4 News.

Vaccine Divergence © Bloomberg Vaccine Divergence

Divergenza nella vaccinazione: gli Stati membri dell’UE non raggiungeranno la soglia di immunità allo stesso tempo.

Segnalazioni di effetti collaterali del vaccino Astra hanno già portato alla sua sospensione temporanea in alcuni paesi dell’UE il mese scorso. Mentre l’uso è ripreso, alcuni governi lo stanno limitando a determinati gruppi di età.

Il documento di previsione dell’UE, datato 1 aprile, specifica le dosi esatte che saranno disponibili per ogni governo alla fine di giugno. Sebbene le prospettive complessive siano positive, alcuni Stati membri, come l’Austria, la Croazia e la Repubblica ceca, dovrebbero restare indietro. Altri, come Danimarca e Malta, raggiungeranno la soglia di immunità molto prima.

Le stime viste da Bloomberg tengono conto di un accordo raggiunto la scorsa settimana per ridistribuire parte di un lotto di consegne previste nei paesi in cui le scorte sono scarse.

La commissione prevede che le consegne di vaccini aumenteranno a circa 360 milioni di dosi in questo trimestre, da poco più di 100 milioni nei primi tre mesi dell’anno.

Thierry Breton, Commissario UE che guida gli sforzi per aumentare la produzione, ha affermato che il blocco avrà la capacità di somministrare dosi sufficienti per ottenere l’immunità della mandria prima del luglio, a condizione che vengano iniettate le dosi. La data è simbolica, in coincidenza con il giorno della Bastiglia in Francia.

Nota originale:

L’UE si avvicina all’immunità ai virus entro la fine di giugno nonostante i dubbi di Astra

Per altri articoli come questo, visitare il sito bloomberg.com

© 2021 Bloomberg LP

Microsoft e i partner possono ottenere un risarcimento se acquisti qualcosa tramite il link consigliati in questa pagina.