Notizie Roma

Municipio Roma VII: Laddaga, con fondi PNRR interventi su scuole, biblioteche e sanità – VIDEO – Radio Colonna

#Municipio #Roma #VII #Laddaga #fondi #PNRR #interventi #scuole #biblioteche #sanità #VIDEO #Radio #Colonna

Nell’intervista il Presidente fa un chiarimento dopo i primi mesi alla guida del Municipio VII e rilancia sui programmi per il futuro, oltre a ricordare l’accoglienza ai cittadini ucraini in fuga dalla brutalità della guerra

frameborder=”0″ allow=”accelerometer; autoplay; clipboard-write; encrypted-media; gyroscope; picture-in-picture” allowfullscreen>

A Piazza di Cinecittà, nella ex sede dell’Istituto Luce (1937), c’e il Municipio Roma VII che per popolazione, dopo l’annessione di Torre Spaccata,  se fosse una città autonoma sarebbe collocata al 9º posto in Italia tra Bari e Firenze, un territorio con vari problemi e diverse difficoltà, ma pure in grado di sprigionare una grande energia con tantissime potenzialità su scala economico e turistico.

Il Presidente, Francesco Laddaga,  volgendo lo sguardo ai mesi appena trascorsi dalla sua elezione nell’ottobre scorso, traccia una sorta di piccolo resoconto iniziale, Questi primi 5 mesi di governo sono stati complicati, con l’arrivo, l’accomodamento, l’approvazione del resoconto, i programmi il PNRR e in più l’aggiunta di un nuovo quartiere (Torre Spaccata) ossia un pezzo di città che si e spostato da un municipio ad un altro, per cui abbiamo dovuto lavorare rincorrendo certune emergenze. Altresi abbiamo lavorato alla creazione di un Consiglio dei Giovani e risolto certune situazioni che erano bloccate sulle periferie come 4º Miglio, Morena, Romanina e Tor Vergata.

Laddaga mette l’accento pure dei fondi in avvicinamento legati ai progetti messi in campo per il PNRR, che pure in questo territorio rappresenteranno una opportunità di rilancio su scala economico e occupazionale, Abbiamo previsto con i fondi del PNRR – afferma- un rafforzamento del sistema scolastico, con un rifacimento integrale o parziale di ben 5 scuole, poi la rete delle biblioteche con il completamento dell’opera di Arco di Travertino, una biblioteca in un quartiere che ad oggi ne e sprovvisto come Cinecittà Est, il rafforzamento delle biblioteche esistenti, il rafforzamento dei presidi della ASL con poliambulatori e case e ospedali di comunità potenziate. 

Altro aspetto importante e il verde pubblico e oltretutto capire la faccenda di due importanti polmoni verdi, come Villa Lais ed il Pratone di Torre Spaccata, A Villa Lais – precisa Laddaga – i lavori finiranno tra qualche mese, ma nello stesso tempo speriamo di poter liberare la villa un po’ per volta cosi da renderla fruibile in questi mesi di primavera e in estate, mentre per ciò che riguarda il Pratone abbiamo avuto un consiglio straordinario nel quale abbiamo dichiarato che può diventare,  grazie al PNRR,  una grandissima occasione di rilancio economico e culturale della città con la progettazione Cinecittà Studios.

L’attenzione va poi sulle priorità per i prossimi mesi per il Municipio VII, su questo Laddaga ha le idee chiare e molte iniziative messe in cantiere, In una assemblea pubblica – rileva – abbiamo presentato i nostri progetti per riqualificare i mercati del territorio grazie al lavoro delle Assessore Silvia Pieri e Antonella Di Giacomo, altresi si sta lavorando molto sulla cultura con iniziative per la commemorazione del Rastrellamento del Quadraro e la prossima Estate Romana sulla quale sta lavorando l’Assessore Riccardo Sbordoni, poi stiamo operando sull’edilizia scolastica con l’Assessore  Marcello Morlacchi e sulle aree verdi insieme con le realtà attive sul nostro territorio e alla fine sui rifiuti per riportare più decoro.

Un ultimo pensiero, ma non meno importante, va a quel che sta accadendo in Ukraine, e all’impegno che il Municipio VII ha stabilito di mettere in campo a favore dei rifugiati scappati dalla guerra, oltretutto donne e bimbi, Il Municipio, grazie all’Assessore Adriana Rosato conclude Laddaga –  si e con celerità attivato insieme al Campidoglio e abbiamo attivato una raccolta di generi di 1ª necessità e tante realtà come parrocchie, associazioni e singole famiglie si sono rese disponibili per accogliere i rifugiati in avvicinamento dall’Ukraine nel nostro territorio.

Notizie Roma

Articoli simili