Notizie

Napoli-Roma 1-1 e addio sogni El Shaarawy pareggia al 91’

Solo 1-1 e addio sogni scudetto: il Napoli non va oltre il pari con la Roma di Mourinho: al vantaggio di Insigne su calcio di rigore risponde El Shaarawy nel 1º degli 8 minuti di recupero concessi dal giudice di gara. 

Parte bene il Napoli e al 6’ reclama con veemenza un calcio di rigore per un contrasto in area tra Ibanez e Lozano: il fallo sembra palese a tutti, non all’arbitro richiamato però dal Var. A seguito del check al monitor, Di Bello fischia il penalty e dal dischetto Insigne non commette errori: tiro angolatissimo, Rui Patricio indovina l’angolo ma non ci arriva!  

Avanti dopo 11 minuti, gli azzurri vanno pure vicini al raddoppio, ma 1ª Smalling e poi Rui Patricio disinnescano Osimhen e Lozano dopo una bella combinazione in velocità tra Mario Rui e Insigne. 

La Roma soffre, poi piano piano si riorganizza e si prospetta pericolosamente dalle parti di Meret. E sfiora pure il pari, poco dopo la mezzora, quando Osimhen devia di testa un calcio di punizione di Pellegrini dalla trequarti: la palla s’impenna e sbatte sulla traversa. 

Al riposo col Napoli avanti di un gol, si riprende con Mkhitaryan al posto di Cristante per una Roma più aggressione. Spalletti non cambia, ma dopo meno di un 4º d’oro perde Lobotka per infortunio ed e costretto a ridisegnare il centrocampo con l’entrata di Zielinski. Neanche il tempo di assestarsi e la Roma va vicinissima al gol del pari con Abraham che non trova la porta tutto solo davanti a Meret. Spalletti decide di coprirsi ancora, allora: fuori Lozano e Fabian Ruiz e dentro Elmas e Demme. La mossa paga, perché il Napoli trova bilanciamento e si rende pure pericoloso davanti, 1ª con Zielinski e poi con Elmas. La Roma però sfonda al 76’ quando Zaniolo buca la difesa azzurra e si invola tutto solo davanti a Meret, miracoloso il salvataggio del portiere in uscita.  

La Roma preme, Spalletti si copre – fuori Insigne e Osimhen e dentro Juan Jesus e Mertens con difesa a 3 e Dries unica punta – ma non basta: al 1º degli 8 minuti di recupero El Shaarawy trova il gol del pari scaraventando in rete il pallone concesso col tacco da Abraham. 

Meret; Zanoli, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Lobotka (11’ st Zielinski), Fabian Ruiz (23’ st Demme); Lozano (23’ st Elmas), Osimhen (37’ st Mertens), Insigne (37’ st Juan Jesus).

A disposizione: 12 Marfella, 46 Idasiak, 3 Tuanzebe, 21 Politano, 31 Ghoulam, 33 Ounas, 37 Petagna. All. Spalletti

​Rui Patricio; Mancini (39’ st Perez), Smalling, Ibanez; Karsdorp, Oliveira (29’ st Veretout), Cristante (1’ st Mkhitaryan), Pellegrini, Zelewski (29’ st El Shaarawy), Zaniolo (40’ st Felix), Abraham.

In panchina: 5 Vina, 24 Kumbulla, 52 Bove, 15 Maitland-Niles, 14 Shomurodov. All. Mourinho.

Arbitro: Di Bello di Brindisi. 

Reti: 11’ pt Insigne (rigore); 46’ st El Shaarawy.

Note: espulso Fuzato al 32’ st per proteste. Ammoniti Cristante, Koulibaly e Zanoli per gioco scorretto; Lozano, Insigne e Zaniolo per proteste. Calci d’angolo: 5-5 . Recuperi: 4’ pt e 8’ st. Spettatori: 40 mila. 

ms-fon 2112

Articoli simili

Lascia un commento