Notizie Rieti

No al bullismo: il Rosatelli incontra il fondatore di “Mabasta”

#bullismo #Rosatelli #incontra #fondatore #Mabasta

Gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore Celestino Rosatelli di Rieti hanno avuto l’opportunità di incontrare online Mirko Cazzato, il fondatore e team leader di Mabasta, associazione antibullismo.

L’incontro e stato fortemente voluto dal gruppo BullisNo dell’Istituto e dalla professoressa referente del bullismo e cyberbullismo Angela Marcelletti.

Mirko Cazzato, leccese, e lo studente che nel 2016, a soli 14 anni, ha creato la più famosa startup italiana contro il bullismo e cyberbullismo.

Oggi porta in giro per l’Italia il suo progetto sociale. Una start up al servizio dei più giovani che si impegna ad eliminare il bullismo e cyberbullismo dalle scuole e non solo. Grazie alla sua iniziativa e stato nominato tra i migliori 10 Global Student Prize dell’anno 2021.

Il modello Mabasta, ha un protocollo elaborato in sei azioni che gli studenti mettono in atto contro ogni forma di bullismo e cyberbullismo, in aula e fuori dal contesto scolastico.

In queste sei azioni e previsto in ogni classe un bulliziotto, una bulliziotta e i MabaProf.

Per Mirko e per il suo team e di rilevante importanza lavorare su due fronti: la sensibilizzazione sul tema e la comprensione, da parte dei bulli, di un loro comportamento errato e nocivo. Allo stesso tempo rimane essenziale creare un gruppetto in appoggio delle vittime, in modo che non si sentano sole.

Il loro e un team molto conosciuto, che si fa sentire pure nelle piazze urlando Mabasta. Questa azione li ha resi visibili nel mondo della TV, sono stati difatti invitati del festival di Sanremo e di altre trasmissioni.

Gli studenti del Rosatelli hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con Mirko Cazzato ed acquisire competenze utile a combattere e combattere questo pericoloso fenomeno.

Correlati

Notizie Rieti

Articoli simili