Notizie

Operaio folgorato la riunione in Prefettura a Latina Troppi incidenti servono controlli e formazione



Dopo il sinistro sul lavoro avvenuto mercoledì a Borgo Sabotino, dove ci ha lasciato la pelle un operaio di 36 anni, la Regione ha chiamato d’urgenza un Tavolo su Salute e Sicurezza che si e svolto ieri in Prefettura alla presenza delle organizzazioni sindacali, datoriali e degli uffici di controllo per la sicurezza sul lavoro. L’assessore regionale al Lavoro Claudio Di Berardino ha voluto sottolineare l’importanza del coordinamento e di quanto sia importante dare in questo momento una «risposta di sistema. A Latina abbiamo voluto dare un segnale importante dopo una ulteriore morte sul lavoro. Abbiamo compiuto un passo in avanti cercando di sottolineare l’importanza di agire subito e di puntare sulla precauzione. Il nostro obiettivo e intervenire prima che il sinistro accada», ha spiegato l’assessore. Alle sue parole si e unito pure il Prefetto Maurizio Falco: «Con l’assessore abbiamo condiviso il bisogno di fare di più, vogliamo tutti convergere verso un unico modello il cui sistema gia era in corso d’opera ma che ora ha visto necessariamente un’accelerazione. Sfortunatamente c’e anche ora bisogno di fare tanto perché tanti, troppi incidenti sul lavoro sono nel grande range tra l’impreparazione e l’eccesso di confidenza. Dobbiamo cambiare questo paradigma e ci stiamo impegnando per farlo».
5 i punti su cui la Regione sta puntando l’attenzione: aumentare le ispezioni, impiegare tutte le risorse che la Regione ha messo a diposizioni sulla formazione, realizzare una contrattazione di anticipo vale a dire discutere prima che parta il processo produttivo, una campagna di sensibilizzazione e azioni da parte di sindacati e imprese per coinvolgere impiegati e lavoratrici sulla sicurezza e alla fine un lavoro sinergico con Upi, Anci e Unioncamere per arrivare a ogni singola impresa sul territorio. «Un po di tempo fa nel corso della Task Force sul coordinamento della sorveglianza in materia di Salute e Sicurezza sul lavoro – afferma l’assessore Di Berardino – abbiamo espresso la nostra disponibilità a realizzare una piattaforma informatica finalizzata all’incrocio dei tutti i dati di esperienza dei vari soggetti coinvolti. Ora però c’e bisogno di atti concreti, a partire proprio dalla sicurezza sui luoghi di lavoro con corsi sul tema in particolar modo con i giovani». E proprio su questo settore e in corso il concorso regionale per un importo di 5 milioni di euro in materia di formazione, rivolto a piccole e medie imprese, lavoratrici e impiegati. «Per poter parlare di sicurezza bisogna che sia il datore di lavoro sia gli impiegati siano informati, formati e assistiti». Si sta lavorando dunque per un cambiamento culturale: «Quando partono i cantieri, quando inizia un’attività lavorativa bisogna parlare di sicurezza e mettere in atto tutte le azioni necessarie per permettere ai impiegati di lavorare in sicurezza». La Regione vuole avviare un percorso congiunto pure con Upi, Anci e Unioncamere per il controllo degli appalti e subappalti.
Francesca Balestrieri
©


The post in italian is about:
Electrocuted worker, the summit in the Prefecture in Latina: "Too many accidents, checks and training are needed"

After the accident at work that took place on Wednesday in Borgo Sabotino, in which a 36-year-old worker lost his life, the Region urgently convened a Table on Health and Safety to be ...


L’article en italien concerne :
Ouvrier électrocuté, le sommet de la Préfecture à Latina : "Trop d'accidents, de contrôles et de formations sont nécessaires"

Après l'accident du travail survenu mercredi à Borgo Sabotino, dans lequel un travailleur de 36 ans a perdu la vie, la Région a convoqué d'urgence une table sur la santé et la sécurité pour être ...

Articoli simili