"Quello che sta accadendo a Cuba ora è un segno che questa gente si è stancata, che non ce la fa più" - BBC News Mundo Italia24
Notizie Spagna

“Quello che sta accadendo a Cuba ora è un segno che questa gente si è stancata, che non ce la fa più” – BBC News Mundo

“Quello che sta succedendo a Cuba ora è un segno che questa gente si è stancata, che non ce la fa più” – BBC News Mundo

  • Lioman Lima – @liomanlima
  • BBC News World

osorbo

Fonte immagine, Facebook / Maykel Osorbo

Didascalia,

Osorbo è scappato dalla polizia con una moglie in una mano.

Uno dei quartieri più popolosi Res de La Habana è stata ancora una volta protagonista di un raro evento a Cuba: una protesta contro il governo.

Lo scorso fine settimana, i residenti di San Isidro, all’Avana Vecchia, hanno impedito alla polizia di ammanettare e trattenere il rapper ribelle Maykel Osorbo in una sfida insolita alle autorità, come dimostrano i video pubblicati sui social media.

Decine di persone hanno seguito il rapper al quartier generale del Movimiento San Isidro, il gruppo di giovani artisti a cui appartiene, e hanno iniziato una protesta di strada in cui hanno cantato slogan per il cambiamento e contro il presidente Miguel Díaz -Canel.

Non è stata l’unica sfida a il governo che ha avuto luogo di recente.

A Santiago de Cuba, dozzine di persone, guidate dal veterano membro dell’opposizione José Daniel Ferrer, hanno lanciato un paio di settimane fa uno sciopero della fame che ha chiamato l’attenzione di diverse personalità, governi e istituzioni, inclusa l’Unione Europea.

Lo avvertimento è già stato aggiunto a 44 persone, alcune all’estero, secondo i dati dell’opposizione Unione Patriottica di Cuba (Unpacu), in cui è considerata una delle più grandi che si siano tenute sull’isola negli ultimi decenni.

Un articolo pubblicato questo martedì sul quotidiano ufficiale Granma ha accusato coloro sullo sciopero della fame di cercare di recitare in una “farsa” e di “fingere di mettere su uno spettacolo mediatico”.

Riguardo ai giovani di San Isidro, la televisione cubana li accusa spesso di organizzare provocazioni e di essere al servizio della “mafia anti-cubana” statunitense.

BBC Mundo ha parlato con Maykel di cui mi rendo conto quello che è successo domenica e lo sciopero di Unpacu.

Secondo il cantante e attivista , che si è cucito la bocca lo scorso anno per protesta contro le autorità, questi eventi sono la prova che “ci sono cose che stanno cambiando a Cuba.”

Nato a L’Avana a 1983, Osorbo, il cui vero nome è Maykel Castillo, ha terminato solo la quarta elementare. Negli ultimi tempi è diventato non solo un punto di riferimento per la musica di protesta nell’isola, ma anche una delle giovani voci più critiche del governo.

Di seguito, un riassunto del suo conversazione con BBC Mundo, interrotta per motivi di spazio e chiarezza.

Domenica scorsa, dozzine di persone hanno impedito il suo arresto a L’Avana, che ha portato a una rara protesta sull’isola. Come ci sei arrivato?

Quel giorno il regime stava effettuando arresti. Avevano arrestato (l’artista) Tania Bruguera e altre due persone e io eravamo andati a trovare alcuni amici.

Quando ero lì, un il poliziotto arriva con un’auto di pattuglia e chiede a uno di loro i documenti, perché presumibilmente lo avevano visto che aveva abbassato la sua maschera (maschera) poco prima.

Gli ho detto che quello che stava facendo era una violazione dello Stato di diritto e mi hanno chiesto la mia identificazione.

Dico loro che non lo faccio Ho una licenza di identità. Mi hanno tolto la carta d’identità, mi hanno detto che per persone come me non c’è la carta e, siccome non ho il documento d’identità, ogni volta che la polizia me lo chiede, mi portano in prigione.

Allora è stato lì che hanno ha cercato di fermarsi. Non volevo essere ammanettato, perché il giorno prima avevano ammanettato anche me, mi hanno picchiato molto e poi mi hanno rilasciato in un parco come se niente fosse. Non volevo che la storia si ripetesse.

Hanno ammanettato una mano, ma non hanno potuto ammanettare l’altra. Fu allora che la città iniziò a scendere in strada e mi hanno impedito l’arresto. Ogni volta che venivano da me, la gente si intrometteva e gli urlava di lasciarmi.

Le persone erano quelle che mi ha difeso. Hanno detto alla polizia: non la prenderai e hanno bloccato la strada per la pattuglia … e così è stato per un po ‘, finché non è apparso qualcuno che mi ha dato una bicicletta.

Quando arrivo a casa di Luis (Manuel Otero Alcántara, leader dell’MSI ) in bici, Luis è sorpreso, perché vede come arrivo e con la moglie in mano. Ma lì vediamo anche che molte persone erano venute dopo di me, si stavano prendendo cura di me, ed è stato allora che Luis e io abbiamo iniziato questa protesta.

Abbiamo iniziato a cantare Patria e v In corso

Ho fatto mettere la canzone e il regime più tardi viene e chiede perché l’ho messo su.

Sono stato colpito, io sono stati maltrattati, mi hanno imprigionato e mi chiedono perché ho messo su una canzone … beh questa è la mia forma di protesta, questa è la mia forma, quella lingua. Possono reprimermi con colpi, ma li reprimerò con la mia arte libera.

Il mio corpo si è arreso, il mio body È lì, disponibile quando vuoi colpirmi. Ma il mio pensiero e la mia arte sono miei.

Una delle situazioni che si sono verificate parallelamente alla protesta di domenica è uno sciopero della fame portato avanti da dozzine di oppositori a Santiago de Cuba. Come vedi questa protesta del Movimento San Isidro, tu che hai anche fatto uno sciopero della fame nel novembre dello scorso anno?

Lo è una seduta estremamente triste. È uno sciopero della fame che dura da diversi giorni e ci sono persone che potrebbero perdere la vita.

Ciò che mi rattrista di più è che le persone non hanno le informazioni necessarie su questa protesta e non sanno perché queste persone sono in sciopero della fame.

Ed è triste perché la situazione lì è delicato. Moriranno. Chiunque può morire in qualsiasi momento.

Fonte immagine, UNPACU

Didascalia,

Un gruppo di attivisti, guidati dal leader dell’opposizione José Daniel Ferrer, conduce uno sciopero della fame a Santiago de Cuba.

Sono politici, non sono artisti, e questo significa che non hanno gli stessi seguaci e supporto che abbiamo noi. Ecco perché la loro situazione non è così nota, anche perché sono lontani, meno collegati, a Santiago de Cuba.

Quindi il regime sta giocando con per distorcere le informazioni.

Come fai a sapere che noi sono più conosciuti Un giorno catturano Otero Alcántara prigioniero e tutti protesteranno per lui e quindi sanno che smettono per un po ‘di visualizzare ciò che sta accadendo a Unpacu. Mi prendono domani ed è un altro giorno che non ne parlano. È triste.

E io più triste perché sono ancora le ore sante in cui tutto questo sta accadendo e Michelle Bachelette (Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani) non ha commentato questa situazione.

Il governo di Cuba ha precedentemente accusato sia l’MSI che l’U npacu a partire dal essere al servizio degli Stati Uniti . e si assicura che siano “mercenari” che ricevono denaro e che seguono i manuali della CIA, oltre a recitare in “farse” e “spettacoli mediatici” per attirare l’attenzione.

Ho cercato su Internet quanto pagano un agente della CIA, perché se mi pagassero ogni volta che mi accusano qui di essere un agente, dovrei essere un miliardario ormai …

In realtà, è così rozzo … è sempre lo stesso schema di denuncia, qualunque cosa facciamo è orchestrata dalla “Miami mafia” e dalla CIA.

Fonte immagine, AFP

Caption,

La polizia cubana è stata accusata di aver eseguito numerosi arresti arbitrari di attivisti negli ultimi mesi.

Voglio solo che tu mi dica cosa fare con i soldi allora. Non hai visto come vivo io, come vive Luis Manuel? Prendo un autobus, vivo come un cubano. Non sono Sandro Castro (un nipote di Fidel Castro che ha suscitato scalpore sull’isola dopo aver recentemente pubblicato un video alla guida di una Mercedes-Benz che lui chiama il suo “giocattolo”).

Minimo che fosse, che siamo agenti della CIA, eravamo già imprigionati molto tempo fa .

per dire che siamo mercenari. Mercenario è il governo che forma “sicuro” (agenti dell’intelligence) e poi li esporta in paesi come il Nicaragua o il Venezuela.

Siamo artisti e non sarà provato il contrario. Se per loro l’arte è una provocazione, il problema non siamo noi.

Le proteste che avete svolto, sia a novembre che domenica, hanno portato a mobilitazioni popolari come probabilmente non si sono viste prima a Cuba negli ultimi anni. A cosa pensi che stia succedendo? Perché pensi che la gente stia scendendo in piazza adesso?

Quello che sta succedendo a Cuba ora è la prova che questa gente stanca, non può sopportare più. La realtà che stiamo vivendo è cambiata. Non possono più coprire il sole con un dito.

Le persone stanno attraversando tempi molto difficili , lo sentono quando non hanno cibo, quando devi fare la fila per tutto, quando devi fare le scartoffie e non puoi, o lo fanno male per te o ti mettono ostacoli per tutto.

Fonte immagine, AFP

Didascalia ,

Le carenze e le code sono aumentate a Cuba a seguito della pandemia e delle recenti riforme economiche.

In modo che tu possa vedere come stanno le cose, il giorno dopo la protesta, Luis Manuel è stato fatto prigioniero, perché aveva preparato un’opera che era festeggia un compleanno per regalare caramelle ai bambini. Perché oggi per comprare caramelle per i loro figli, i genitori devono avere dollari, una valuta in cui nessuno vince qui.

Quindi, il lavoro di Luis Manuel Ho cercato di aprire gli occhi, la consapevolezza, del perché i bambini cubani non possono mangiare caramelle. E lo hanno fatto prigioniero.

E così andiamo avanti 60 anni, duraturo, e non diamo di più. Questo deve finire.

Ma non è solo questo. Non può essere corretto che non sia stata la legge, che ci trattino in questo modo … Ci stanchiamo di essere ammanettati, picchiati e imprigionati perché pensiamo diversamente.

Forse sono morto, forse no può essere con me, forse non è con Luis Manuel, ma le persone si stanno rendendo conto che sono già brave a sopportare così tanto.

BBC Mundo ha contattato il Centro internazionale della stampa di Cuba per scoprire la posizione del governo, ma non ha ricevuto risposta fino a quando pubblicazione di questa storia. 117875883

Ricordati che è possibile ricevere notifiche da BBC Mundo. Scarica la nuova versione della nostra app e attivala per non perdere i nostri migliori contenuti.