Rinviata a fine 2021 la riforma dei tassi Euribor

143

Slitta di due anni la riforma degli indici bancari di riferimento e, di conseguenza, è rimandato anche l’arrivo di Ester, il parametro che sostituirà l’Euribor e che avrebbe dovuto debuttare a partire dal prossimo autunno.  Lo riporta il Sole 24 Ore, precisando che la proroga sino al 31 dicembre 2021 è stata accordata dalla Ue per permettere  “ai fornitori di ‘benchmark critici’ di conformarsi ai nuovi requisiti del regolamento.

La proroga introduce anche due anni supplementari per il riconoscimento o l’approvazione dei parametri prodotti al di fuori dell’euro (quindi in valute differenti)”.

La riforma dei tassi Euribor, che indicizza i finanziamenti a tasso variabile, e quindi anche i mutui, è stata decisa dall’istituto che lo gestisce: l’European Money Market Institute (