Notizie Roma

Roma, la preside del Montale e la presunta love story con lo studente: nessun provvedimento. Lei: «E emersa la verità»

#Roma #preside #Montale #presunta #love #story #studente #nessun #provvedimento #emersa #verità

«E emersa la verità, una grande compiacimento personale e professionale». C’e emozione nella voce della preside del liceo Montale di Roma. Finita nelle scorse settimane al centro delle polemiche per una presunta relazione con uno studente di dicianove anni. Nel pomeriggio difatti e arrivata la nota dell’Ufficio scolastico regionale del Lazio che «non ha verificato violazioni del codice disciplinare». Come chiarito nel comunicato, l’Usr ha «ultimamente avviato una ispezione amministrativa al liceo classico E. Montale, a difesa di tutta la comunità scolastica e per verificare le segnalazioni alle quali la stampa nazionale ha dato ampio risalto. La verifica, ora terminata, non ha verificato violazioni del codice disciplinare, per cui questo Ufficio non avvierà procedimenti né adotterà provvedimenti disciplinari».

APPROFONDIMENTI

La verifica al liceo Montale

Durante la verifica, la preside era stata ascoltata dagli ispettori per oltre 10 ore. Un colloqui dove ha ricreato passo passo la questione e il rapporto con lo studente che avrebbe riferito di chat e messaggi equivoci da parte della insegnante. Conversazioni privati che sarebbero circolate tra gli studenti. Poi sono comparse delle scritte all’entrata della scuola “il tuo silenzio parla per te” e “chi sa deve agire”. Dunque i genitori del ragazzo erano andati a scuola a discutere con il vicepreside per denunciare l’accaduto avviando le inchieste da parte dell’ufficio scolastico regionale.

Notizie Roma

Articoli simili