Notizie Roma

Roma, nei pronto soccorso e caos. «Ricoveri entro dodici ore». Nel Lazio mancano 400 addetti…

#Roma

Dopo dodici ore d’attesa nei pronto soccorso i pazienti devono essere «ammessi ad un’area dedicata, preferibilmente collocata al di fuori dell’area di emergenza, con la presa in carico da parte del personale dei reparti». E iniziati al ricovero in un letto di una corsia per lasciare – quando va bene – la barella dove sono stati ospitati nei Dea. Il Lazio prova mettere un freno al sovraffollamento ormai costante in queste strutture con le linee guida di «revisione del Piano regionale per la gestione del flusso di ricovero e del sovraffollamento in pronto soccorso». Ma questa richiesta per alleggerire i Dea e per spalmare i malati sulle differenti aree mediche arrivata nei giorni passati alle aziende ospedaliere, ha gia messo in allarme i capi dei nosocomi del territorio: in una assemblea in videoconferenza tenutasi lunedì, quasi tutti direttori sanitari presenti hanno spiegato alla Regione che la nuova regola e insostenibile, perché che servono più dottori e infermieri per gestire nei loro reparti i pazienti oggi seguiti nei pronto soccorso.

NELLA PRATICA

Proprio gli stessi dirigenti entro il 31 Dicembre dovranno presentare alle Azienda sanitaria locale principale i piani per la gestione dei pronto soccorso nelle loro strutture. Ma, come detto, a stento riusciranno a creare aree ad hoc per gestire meglio i pazienti nei Dea. Dove…


ITGN 2931 => 2022-11-30 06:35:08

Roma

Show More