Roma, pI Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Parioli hanno arrestato un cittadino slovacco di 44 anni per aver perseguitato una donna di 31 anni avuta come insegnante durante un corso di italiano per stranieri organizzato da un’associazione di volontariato all’Esquilino. Circa 60 email dal contenuto inquietante ai recapiti privati ed aziendali della donna reperiti in modo subdolo nonché molestandola verbalmente durante le lezioni per cui la donna aveva già presentato un esposto con richiesta di ammonimento. L’altra sera, quando se lo è visto sbucare per l’ennesima volta dopo essersi appostato mentre usciva dal lavoro, in zona Regina Margherita, la donna non ci ha pensato due volte ed ha chiamato al 112. L’uomo imperterrito, nonostante i rifiuti della donna che più volte gli aveva chiesto di desistere, ha cercato ancora di avere un contatto fisico. Ai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Parioli intervenuti la donna ha spiegato tutto e l’uomo, al termine di articolati accertamenti di polizia giudiziaria è stato bloccato ed arrestato con l’accusa di atti persecutori.erde la testa per l’insegnante di italiano e la perseguita

83

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Parioli hanno arrestato un cittadino slovacco di 44 anni per aver perseguitato una donna di 31 anni avuta come insegnante durante un corso di italiano per stranieri organizzato da un’associazione di volontariato all’Esquilino. Circa 60 email dal contenuto inquietante ai recapiti privati ed aziendali della donna reperiti…
Leggi anche altri post Regione Lazio o leggi originale
Roma, pI Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Parioli hanno arrestato un cittadino slovacco di 44 anni per aver perseguitato una donna di 31 anni avuta come insegnante durante un corso di italiano per stranieri organizzato da un’associazione di volontariato all’Esquilino. Circa 60 email dal contenuto inquietante ai recapiti privati ed aziendali della donna reperiti in modo subdolo nonché molestandola verbalmente durante le lezioni per cui la donna aveva già presentato un esposto con richiesta di ammonimento. L’altra sera, quando se lo è visto sbucare per l’ennesima volta dopo essersi appostato mentre usciva dal lavoro, in zona Regina Margherita, la donna non ci ha pensato due volte ed ha chiamato al 112. L’uomo imperterrito, nonostante i rifiuti della donna che più volte gli aveva chiesto di desistere, ha cercato ancora di avere un contatto fisico. Ai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Parioli intervenuti la donna ha spiegato tutto e l’uomo, al termine di articolati accertamenti di polizia giudiziaria è stato bloccato ed arrestato con l’accusa di atti persecutori.erde la testa per l’insegnante di italiano e la perseguita  
(pensato,margherita,regina,zona,volte,chiamato,imperterrito)


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer