Notizie

Roma, un’infermiera No vax sospesa dal lavoro vince il ricorso: «Reintegratela». Primo caso in Italia

Un’infermiera non vaccinata e stata riammessa al lavoro dopo la sospensione senza stipendio. E il 1º caso in Italia. La signora, un’infermiera “no vax” in servizio in una Asl di Roma, come minimo per ora potrà dunque rientrare al lavoro. Come riporta il sito Askanews.it lo stabilisce il decreto d’urgenza adottato in via cautelare dal giudice del Tribunale del Lavoro di Velletri. Il giudice ha ordinato “l’immediata ricollocazione” dell’infermiera nel suo posto di lavoro e “l’erogazione dello stipendio a suo favore”.

Infermiera no vax riammessa al lavoro

Un provvedimento cautelare e temporaneo emesso dal Tribunale di Velletri alla luce della «rilevanza costituzionale dei diritti compromessi (dignità staff, dignità professionale e ruolo alimentare dello stipendio)». «La sospensione dal lavoro – si legge nel provvedimento – può istituire solo l’extrema ratio e un avvenimento di portata eccezionale in una azienda medio grande».

L’avvocato: «1º provvedimento in Italia»

Come riporta sempre Askanews.it, lo studio legale che Torriero di Roma che

 » Continua a leggere