San Francisco si avvicina all'immunità di gregge al COVID-19, ma Los Angeles ha ancora mesi da fare Italia24
Notizie Spagna

San Francisco si avvicina all'immunità di gregge al COVID-19, ma Los Angeles ha ancora mesi da fare


San Francisco è vicina all’immunità di gregge da COVID – 19, ma a Los Angeles mancano ancora mesi

Alcuni esperti ritengono che San Francisco si stia avvicinando all’immunità collettiva, una pietra miliare negli sforzi della California per controllare la pandemia di COVID – 19.

San Francisco ha uno dei tassi di vaccinazione più alti della California; 75% dei residenti ha ricevuto almeno una dose. Solo un’altra contea della California, Marin, a nord di San Francisco, ha un tasso più alto del 75% di residenti vaccinati almeno parzialmente. I tassi di San Francisco e Marin County sono significativamente più alti del tasso in tutto lo stato del 57%

Immunità di gregge , noto anche come immunità comunitaria, è un modo per proteggere indirettamente le persone dalle malattie e dalle infezioni. Si verifica quando una percentuale significativa della popolazione generale è immune, tramite vaccini o superando una precedente infezione.

Non esiste una percentuale definitiva con cui raggiungere l’immunità di gregge al COVID – 19. Questo può essere dimostrato solo quando tutte le restrizioni sono allentate e i funzionari osservano se la trasmissione aumenta.

Le ipotesi precedenti a questo proposito sono state tra 70% e 85% di immunità in una comunità, sia attraverso la vaccinazione che sopravvivendo alla malattia. Nonostante i parametri confusi sul raggiungimento dell’immunità di gregge, avvicinarsi ad essa massimizzando i tassi di vaccinazione rimane un obiettivo primario per gli esperti di salute pubblica.

“Penso che San Francisco sia abbastanza vicina”, ha osservato l’epidemiologo della UC San Francisco Dr. George Rutherford, che crede che una buona ipotesi di soglia per raggiungere l’immunità collettiva sia al di sopra 85%. “Penso che siamo in ottima forma qui, cioè la città . In altri posti, siamo piuttosto vicini. ”

La contea di San Diego ha anche uno dei più alti tassi di vaccinazione nello stato; quasi 57% dei suoi residenti ha almeno una dose. Le contee di Orange e Ventura hanno 57% dei loro residenti almeno parzialmente vaccinati; quello di LA, 56%; quello di Sacramento, 45%; Lungofiume, 45%; e San Bernardino County, 41%

Bárbara Ferrer, preside di Los Angeles L’ufficiale della sanità pubblica della contea, non crede che la sua zona abbia ancora ottenuto l’immunità di gregge e stima che sarà entro la fine dell’estate.

“Ci sono ancora molte persone che non sono vaccinate”, ha detto. Raggiungere l’immunità di gregge significherebbe che i tassi giornalieri di casi di coronavirus sarebbero scesi così in basso “che avremmo molta protezione solo facendo vaccinare così tante persone”. quando raggiunge l’immunità di gregge: i tassi giornalieri di casi di coronavirus sono già a numeri straordinariamente bassi a San Francisco. E tecnicamente, l’immunità di gregge viene raggiunta gradualmente: più persone ottengono l’immunità, più lento è il tasso di trasmissione della malattia.

Ma una volta ottenuta l’immunità Collettivamente, poiché i nuovi casi di coronavirus sono introdotti tra le persone non vaccinate, ad esempio attraverso i viaggiatori, “è molto improbabile che si diffondano più di una generazione o giù di lì. Pertanto, non vedremo queste catene di trasmissione prolungate”, assumendo che gli individui non vaccinati siano distribuiti casualmente nella popolazione e non tutti riuniti insieme.

Alcuni esperti hanno espresso la propria fiducia che La California non regredirà a una fase peggiore della pandemia dopo 19 giugno, quando lo stato riaprirà completamente la sua economia e revocare la maggior parte delle restrizioni commerciali volte a frenare la diffusione del coronavirus, che manteneva – nelle contee della California al livello meno restrittivo – ristoranti e palestre operanti a 50% della sua capacità al chiuso.

“Vedremo il 15 giugno se noi continuare con i casi bassi, infatti non ho dubbi che sarà così”, ha rimarcato la dott.ssa Monica Gandhi, specialista in malattie infettive all’UC San Francisco.

La California è già tassi di registrazione tassi di ricovero per COVID – 19 straordinariamente bassi: sono circa 1. persone con COVID – 19 negli ospedali dello stato, rispetto a 22 000 da gennaio.

Gli ultimi numeri si traducono in un tasso di circa 2,6 californiani ricoverati con COVID – 19 Per ogni 100.15 residenti , al di sotto di un picco di 57 per ogni 85 .

L’ultima cifra è significativa, perché Gandhi ha suggerito in aprile che una buona pietra miliare per alleviare le restrizioni come poiché l’uso della copertura del viso e del distanziamento sociale si verificherebbe quando il numero di ricoveri scendesse sotto i cinque per ogni 85. residenti.

Durante il picco della stagione influenzale, i tassi di ospedalizzazione per influenza hanno un picco medio di 20 a 40 per ogni 85. 15 abitanti

Altri paesi con amministrazioni I vaccini pro capite più veloci al mondo mostrano modelli promettenti. Israele ha recentemente posto fine alle regole che limitano l’ingresso di persone non vaccinate in determinati luoghi, ha affermato Gandhi.

Martedì, i funzionari federali hanno espresso preoccupazione per l’aumento della variante Delta, nota anche come B. 1. 617. 2, che è stato originariamente identificato in India e si è diffuso in 60 paesi, inclusi Stati Uniti e Regno Unito.

Il Dr. Anthony Fauci, il principale esperto di malattie infettive del governo degli Stati Uniti, ha dichiarato che la variante Delta è più trasmissibile dell’Alpha, nota anche come B.1.1.7, originariamente identificata nel Regno Unito e da allora è diventato dominante negli Stati Uniti

“Può essere associato a una maggiore gravità della malattia, come il rischio di ricovero, rispetto ad Alpha”, ha ha commentato.

Ma fortunatamente, gli studi mostrano che due dosi dei vaccini Pfizer e AstraZeneca forniscono un’immunità sufficiente p