Servizi di pulizia e lavanderia: Frosinone si aggiudica la A

#Servizi #pulizia #lavanderia #Frosinone #aggiudica

Frosinone si aggiudica la A nella gestione delle spese per servizi di pulizia e lavanderia. Sono diciassette – secondo la classifica elaborata per l’Adnkronos dalla Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica italiana – i Capoluoghi di Provincia italiani premiati con la tripla AAA: Brindisi in testa con la spesa di 8.528,00 euro, secondo Crotone con 12.220,00, completa il podio Cosenza con 17.690,00.

Di seguito: Siena con 21.347,68, Isernia con 26.057,85, Matera con 59.033,76, Rieti con 76.689,01, seguite da: Savona (135.336,78), Teramo (136.356,74), Trapani (142.108,23), Lecce (146.213,33), Viterbo (171.065,66), Asti (198.286,18), Ancona (203.024,61), Terni (284.717,19), Reggio Emilia (363.348,52), Messina (487.346,78).

Altri 17 capoluoghi risultano pure fra i più virtuosi per questa voce di spesa, riuscendo ad ottenere la doppia AA: Caltanissetta, Catanzaro, Vicenza, Vibo Valentia, Milano, Salerno, Prato, Arezzo, Cesena, Campobasso, Agrigento, Ascoli Piceno, Roma, Macerata, Lodi, Alessandria, Pescara.

Mentre sono 12 quelli che si aggiudicano la A: Pisa, Siracusa, Benevento, Frosinone, Lucca, Avellino, Como, Novara, Brescia, Reggio Calabria, Rimini, Massa.

Notizie Frosinone
/ITGN

Exit mobile version