Notizie Viterbo

Stavano montando un festino party nel Viterbese: fermati e denunciati

#Stavano #montando #festino #party #Viterbese #fermati #denunciati

Circa cinquanta giovani con camper e furgoni avevano invaso un terreno per organizzare un festino party illegale che sarebbe andato avanti come minimo fino alla notte di Pasquetta. Bloccati dalle forze dell’ordine.

Immagine di catalogo

Le forze di polizia hanno fermato un festino party illegale, che era programmato nei giorni di Pasqua, nella zona del comune di Ponzano Cave in località Saletti nel Viterbese al confine con la provincia di Roma. Gli organizzatori, circa cinquanta giovani, avevano occupato un terreno ma le forze di polizia, dopo diverse segnalazioni, sono intervenute evitando e che la zona si riempisse di persone rendendo le operazioni di sgombero a quel punto pericolosa sotto il profilo dell’ordine pubblico.

Gia in provincia di Viterbo questa estate si era tenuto un grande teknival, un festino durato sette giorni nell’area di Valentano e del lago di Mezzano. Un raduno che aveva richiamato migliaia di ragazzi e ragazze da tutta Italia e pure dall’estero. L’impossibilità di fermare la festa visto l’afflusso era stata al centro di accese polemiche politiche, con tanto di interrogazioni parlamentari rivolte alla ministra dell’Interno Luciana Lamorgese, e un’accesa campagna di criminalizzazione dei festino con tanto di ipotesi di una legislazione speciale per punire gli organizzatori. Nell’ultimo anno il movimento ha conosciuto una sorta di “rinascita” dopo una fase di declino di questa forma di aggregazione giovanile.

Polizia e carabinieri invece sono riusciti a evitare che la festa illegale partisse, sequestrando 4 mezzi e portando in caserma a Civita Castellana alcuni degli organizzatori, che ora saranno denunciati per invasione di terreno. “Un profondo ringraziamento alle forze dell’ordine che, 1ª dell’alba del giorno di Pasqua, hanno bloccato sul nascere il festino party lungo le sponde del Tevere nella zona comunale”, così il primo cittadino di Civita Castellana Luca Giampieri.

Notizie Viterbo

Articoli simili