Notizie Piemonte

Torino: 12.000+ attività commerciali chiuse dal 2012-2023 – Mole24

#Torino
L’analisi della chiusura delle attività commerciali a Torino negli ultimi 10 anni

Un recente studio condotto da Confcommercio ha rivelato dati allarmanti riguardo alla chiusura di attività commerciali nel capoluogo del Piemonte. Secondo lo studio “Demografia d’impresa nelle città italiane”, nel periodo 2012-2023 sono state chiuse oltre 12.000 attività economiche a Torino. Questo dato rappresenta circa il 12% del totale delle imprese di commercio al dettaglio, alberghi, bar e ristoranti, mettendo in evidenza la gravità della situazione.

Le attività chiuse appartengono a diversi settori, tra cui vendita al dettaglio, ristorazione, e esercizi specializzati. La crisi sembra coinvolgere sia esercizi specializzati che quelli non specializzati, con un impatto significativo su settori come la vendita di prodotti alimentari, bevande, tabacchi, apparecchiature informatiche e prodotti per uso domestico. Tuttavia, non tutte le categorie sono state penalizzate allo stesso modo, con i ristoranti che hanno mostrato un saldo positivo di 370 imprese, mentre i bar hanno perso 635 attività.

Le cause di questa crisi sono molteplici. Innanzitutto, la concorrenza dei centri commerciali e dell’e-commerce ha giocato un ruolo significativo nel cambiamento delle preferenze dei consumatori. L’attrazione per la comodità degli acquisti online e la vasta scelta offerta dai centri commerciali ha spinto i consumatori lontano dai negozi tradizionali. Inoltre, i costi eccessivi e il cuneo fiscale insostenibile hanno reso difficile per le piccole imprese competere con le grandi catene commerciali, creando un ambiente ostile per gli imprenditori locali.

La crisi economica generale ha anche giocato un ruolo importante, con una riduzione della spesa delle famiglie che ha colpito particolarmente il settore del commercio al dettaglio. Questo, combinato con l’alta pressione fiscale, ha reso difficile la sopravvivenza delle piccole imprese nell’ambiente commerciale sempre più competitivo.

In conclusione, è evidente che la situazione delle attività commerciali a Torino è critica e richiede interventi immediati per invertire questa tendenza. È necessario un approccio olistico che affronti le cause profonde di questa crisi e crei un ambiente favorevole per le imprese locali, al fine di preservare la vitalità delle vie e piazze cittadine e contrastare il declino a favore dei centri commerciali.

– Demografia d’impresa nelle città italiane
– Commercio al dettaglio
– Cambiamento nelle preferenze dei consumatori


Guarda film e serie TV su PrimeVideo GRATIS per 30 giorni

ITGN