Notizie Piemonte

Torino: studentesse raccontano molestie e psicofarmaci

#Torino
Lo scandalo dell’Università di Torino continua a scuotere l’opinione pubblica, con il coinvolgimento del professore Giancarlo Di Vella, ai domiciliari per violenza sessuale. Il racconto delle studentesse coinvolte, pubblicato dal Corriere della Sera, ha portato alla luce gli stratagemmi adottati per difendersi dalle molestie.

Le testimonianze delle ragazze rivelano una serie di atteggiamenti inquietanti da parte del professore, che includevano sguardi lascivi, contatto fisico non richiesto e commenti inopportuni. Molte di loro sono state costrette a modificare le proprie abitudini, evitando di rimanere da sole con lui o chiedendo a un amico di accompagnarle durante gli incontri con il docente.

Si parla di minacce e di un clima di paura creato dal professore, che avrebbe cercato di influenzare la carriera accademica delle ragazze e avrebbe addirittura falsificato il numero di autopsie svolte. La Procura di Torino ha evidenziato che ben cinque allieve avrebbero subito le presunte attenzioni morbose, mentre altre sei avrebbero dovuto stravolgere la propria routine per proteggersi.

Il caso è venuto alla luce durante un’indagine dei carabinieri del Nas di Torino, che ha evidenziato discrepanze nei conti delle autopsie svolte. Il professore si difende, negando le accuse e affermando di essere convinto di poter dimostrare la propria innocenza.

Questo caso solleva importanti questioni sull’ambiente accademico e sulla protezione delle studentesse dalle molestie sessuali. È fondamentale che le istituzioni universitarie e le autorità competenti si impegnino a garantire un ambiente sicuro e rispettoso per tutti gli studenti e il personale accademico.

Le testimonianze delle studentesse coinvolte in questo caso sono un forte richiamo all’importanza di creare un ambiente accademico sicuro e rispettoso per tutti. Sono necessarie misure concrete per prevenire e affrontare casi di molestie e violenze sessuali all’interno delle università, garantendo alle vittime il sostegno e la giustizia di cui hanno bisogno.

È importante seguire da vicino lo sviluppo di questo caso e sperare che porti a un maggiore impegno nell’assicurare la sicurezza e il rispetto all’interno delle istituzioni accademiche.

– violenza sessuale
– molestie
– stalking


Guarda film e serie TV su PrimeVideo GRATIS per 30 giorni

ITGN