Notizie

Tutto pronto per il derby la Npc cerca il tris il Real Sebastiani punta al riscatto Le aspettative dei coach



RIETI – Derby di Rieti, ci risiamo. Il 3º atto di una sfida che sembra infinita, e oramai alla porte. Domani al PalaSojourner (ore 18), Kienergia Npc e Real Sebastiani in campo per la stracittadina e per una buona fetta di stagione regolare. Difatti in palio, oltre allo scettro cittadino (2-0 per il sodalizio di Cattani, ndr), chi ha vinto dovrebbe prendersi il 3º posto finale. Ma a venti quattro ore dalla palla a due, e gia polemica: difatti il Real Sebastiani, alla vigilia del derby, attraverso un post sui social network rivendica la propria denominazione, una volta che la società ospitata nei biglietti per l’incontro di domani e stata indicata con il nome “Real”.  

ùNulla a che vedere con il campo, dove le persone di Finelli dovranno invece gestire la pressione dei favori del pronostico: vuoi la striscia di risultati utili consecutivi (ben 10, ndr), il bel gioco espresso in diverse opportunità, la fiducia ritrovata e l’incubo infortuni oramai alle spalle. Diversi invece i dubbi che dovrà fronteggiare Ceccarelli: i suoi arrivano all’atteso incontro più riposati, visto il rinvio dello scorso turno della partita con Rimini, ma ancora non se potrà contare sull’apporto di Papa e Timperi.

Due uomini del quintetto, che se assenti, potrebbe complicare i piani del coach romagnolo, che presenta così la sfida: «Noi ci proviamo – dice Gabriele Ceccarelli, tecnico della Npc – sebbene i bookmakers ci danno sconfitti. Faremo del nostro meglio per provare a vincere pure il 3º derby. Obiettivamente dinnanzi abbiamo una squadra dall’organico superiore seriali positiva da 10 partite. Siamo reduci dalla sanguinosa sconfitta contro Jesi, a conferma che non siamo mai andati oltre le 4 vittorie di seguito, il che dice qualche cosa: abbiamo lasciato dei punti a delle team da playout. Ciò significa che ci manca ancora qualche cosa ma ne prendiamo atto. Sapremo solo all’ultimo momento se Papa e Timperi saranno della partita. Non si tratta di infortuni di quelli per cui si può domandare di giocare sopportando il dolore. Riguardano molto pure la tecnica individuale dei giocatori. Altresi, a meno di un mese dai playoff (iniziano il 15 maggio ndr.) dobbiamo pure ragionare in quella proiezione. Vedremo. Nessuno possiede un roster come il loro. Hanno due quintetti: uno più offensivo, l’altro più difensivo. Le ultime due prove le hanno vinte con gli under a lungo in campo. A Teramo, dove noi abbiamo perso, hanno accelerato negli ultimi 3 minuti e hanno vinto. Lo stesso hanno fatto contro Imola. Nel 1º derby in Supercoppa non erano rodati, nel secondo avevano molti infortunati, domenica avranno 11 giocatori veri. Noi ci portiamo dietro la rabbia per la batosta con Jesi. Meglio arrivare terzi o quarti? Non ragioniamo solo sull’fronteggiare o evitare nei playoff Rimini, Agrigento e Roseto. Pure Ruvo e temibile, come pure Bisceglie che li affronterà con grande serenità».

Per il Real Sebastiani, coach Alessandro Finelli: «Non vedo l’ora di giocare questa partita – esordisce Alessandro Finelli, coach del Real – E cercheremo di vincerla per dare una compiacimento al nostro pubblico e alla società. La differenza canestri dell’andata e di soli 2 punti e sarà importante ribaltarla in arrivo dei calcoli matematici che si dovranno fare subito dopo. Siamo in un momento positivo – aggiunge il tecnico romagnolo – Sia Ghersetti che Tchintcharauli avranno sette giorni di allenamento in più nelle gambe e alla fine potremo confrontare i rispettivi potenziali. Sebbene sussistono delle incertezze su alcune loro giocatori credo che alla fine saranno al completo e su questo abbiamo preparato la partita. Poi si vedrà. Si tratta di una squadra molto veloce, in grado di andare al tiro gia nei primi secondi della loro azione assalto e dunque dovremo cercare di limitarli sotto questo aspetto. Pure per questo sarà indispensable avere il controllo dei rimbalzi per dettare meglio il ritmo di gioco. Ciò servirà pure a lavorare per interrompere la loro fluidità nel muovere rapidamente la palla. Durante il campionato non sempre sono stati costanti al tiro da 3 e si dovra dunque evitare che prendano confidenza in questa fase di gioco. Alla fine dovremo saper limitarne l’energia e la carica aggressiva che hanno permesso loro di battere sia Rimini che Roseto al PalaSojourner. Sarà una partita ricca di agonismo in una eccellente cornice di pubblico».

Così in campo

Kienergia Npc: 1 Testa, 3 Papa, 5 Buccini, 7 Cortese, 8 Del Testa, 11 Frizzarin, 13 Tiberti, 15 Saladini, 21 Broglia, 22 Antelli, 23 Timperi. All. Ceccarelli.

Real Sebastiani: 1 Tchintcharauli, 7 Stanic, 8 Dieng, 10 Contento, 11 Loschi, 13 Piccin, 15 Maganza, 21 Piazza, 24 Ghersetti, 25 Ndoja, 33 Okiljevic. All. Finelli.

Arbitri: Picchi (Fr) e Coraggio (Fr).

Le altre prove

Ancona – Rimini

Roseto – Teramo

Imola – Ozzano

Senigallia – Montegranaro

Jesi – Faenza

Luiss – Giulianova

Civitanova – Cesena

Classifica

Rimini * e Roseto 42

Real Sebastiani 40

Kienergia Npc *38

Ancona 36

Ozzano e Imola 32

Senigallia 30

Faenza 28

Luiss 26

Teramo 24

Cesena 22

Jesi 19

Montegranaro, Civitanova e Giulianova 6

* una partita in meno


The post in italian is about:
Everything is ready for the derby: the NPC is looking for the three of a kind, Real Sebastiani is aiming for redemption. Coaches' expectations

RIETI - Derby di Rieti, here we go again. The third act of a seemingly infinite challenge is now upon us. Tomorrow at PalaSojourner (6 pm), Kienergia Npc and Real Sebastiani in the field for the ...


L’article en italien concerne :
Tout est prêt pour le derby : le NPC cherche le brelan, le Real Sebastiani vise la rédemption. Attentes des entraîneurs

RIETI - Derby di Rieti, c'est reparti. Le troisième acte d'un défi apparemment infini est maintenant sur nous. Demain à PalaSojourner (18h), Kienergia Npc et Real Sebastiani sur le terrain pour le ...

Articoli simili