Notizie

Roma visite oncologiche e liste d attesa nel Lazio ora pure questi pazienti possono prenotare online



Pure gli screening oncologi potranno essere prenotati online dal portale SaluteLazio.it. Mentre la Regione, per quanto riguarda il lato della lotta ai tumori, ha reso pubblico il 1º bando del Pnrr (valore 11 milioni di euro) per acquistare acceleratori lineari di ultima generazione per le radioterapie. Il tutto per recuperare il gap di cure che si e registrato durante gli anni del Coronavirus in un territorio, come quello del Lazio, dove tutti gli anni oltre 13mila si ammalano di cancro.

Dopo la sperimentazione lanciata nei giorni passati, l’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato, ha stabilito di allungare pure alle patologie tumorali il nuovo sistema di prenotazione online: attraverso lo stesso portale oppure con un’app apposita, che in questi due anni hanno gestito gli incontri per le vaccinazioni contro il Coronavirus.

Allo stato attuale si possono fissare in maniera digitale le visite negli ambulatori pubblici e convenzionati di cardiologia, cardiologia con Ecg, chirurgia vascolare, dermatologia, endocrinologia, gastroenterologia, medicina fisica/fisiatrica, oculistica, ortopedia, otorinolaringoiatria pure con audiometria, pneumologia pure con spirometria, urologia, ginecologia e neurologia. «In meno di sette giorni – segnala D’Amato – sono state 500 le visite prenotate». Ma nelle prossime settimane saranno aggiunti pure gli screening oncologici per il tumore alla mammella, quello del colon retto e della cervice uterina, con l’opportunità di sottoporsi pure a ecografie o tac. Il meccanismo, altresi, e semplice: invece di telefonare al Recup o recarsi allo sportello, gli utenti potranno collegarsi al sito di SaluteLazio o alla sua app, inserendo il numero della tessera sanitaria e il codice della ricetta dematerializzata prescritta dal medico, dunque il sistema elencherà le strutture pubbliche e privati e i giorni disponibili per farsi visitare. Settantadue ore 1ª della data prescelta la Azienda sanitaria locale invierà un messaggio per ricordare l’incontro, mentre si potrà pagare il ticket per la prestazione dal tabaccaio o online con il canale PagoPa. Prorogare la prenotazione online alle cure oncologiche ha un duplice obiettivo: ridurre i tempi di attesa e velocizzare le operazioni di precauzione. Senza scordare che si vuole venire incontro sia agli ammalati sia a quelli che, guariti dalla malattia, sono costretti a fare controlli periodici. Proprio per quanto riguarda il lato delle performance da recuperare, la Regione ha stabilito di aumentare nell’anno in corso di quasi 700mila gli slot per screening e interventi. Per quanto riguarda il lato oncologico – il passato 11 aprile, in commissione Sanità alla Pisana – M. Foniciello, funzionaria dell’Ufficio regionale Medicina specialistica, ha fatto sapere che nel piano operative sulle liste d’attesa «e stato inserito per le Pet un extrabudget per incrementare di 7.500 il numero degli esami. E lo stesso piano operativo prevede pure aumento delle disponibilità per le performance collegate agli screening oncologici di tutti e 3 i livelli».

DIAGNOSI

Intanto, per quanto riguarda il lato del Pnrr sanitario, il Lazio ha fatto partire il 1º bando per rinnovare le sue strutture e le sue strumentazioni. Sul portale della centrale acquisti della Regione e stato pubblicata la gara per acquistare acceleratori lineari di ultima generazione per le radioterapie. Saranno impiegati all’Ifo, al San Giovanni Addolorata e alle aziende ospedaliere delle Azienda sanitaria locale Roma 1, di Frosinone e di Viterbo. «Noi del Lazio siamo i primi in Italia a lanciare un bando italiano della missione 6 del Pnrr. Portiamo il modello Lazio in Europa – rivendica l’assessore D’Amato – Ma la cosa più importante e che compriamo macchinari più precisi che danno diagnosi più certe e che riducono i tempi nei quali gli ammalati sono sottoposti alle radiazioni». Con i fondi del piano nazionale di ripresa e resilienza il Lazio vuole investire 550 milioni di euro per potenziare la sua sanità: saranno costruiti nuovi presidi come le case e gli ospedali di comunità e le centrali operative territoriali e, oltretutto, saranno acquisti con un budget di 102 milioni di euro macchinari all’avanguardia per sostituire le attrezzature con più di 5 anni di età in tutti gli ospedali del Lazio.


The post in italian is about:
Rome, cancer visits and waiting lists in Lazio: now these patients can book online too

The possibility of setting controls also for tumor pathologies has been extended by the Region


L’article en italien concerne :
Rome, visites pour cancer et listes d'attente dans le Latium: désormais, ces patients peuvent également réserver en ligne

La possibilité de mettre en place des contrôles également pour les pathologies tumorales a été étendue par la Région

Articoli simili