Notizie Viterbo

Viterbo, elezioni comunali. Troncarelli: Con noi niente slogan Solo pragmatismo e concretezza

#Viterbo #elezioni #comunali #Troncarelli #niente #slogan #pragmatismo #concretezza

L’attesa e stata lunga, da sfinimento, ma alla fine tutto e andato secondo il copione che ci si immaginava da mesi. Alessandra Troncarelli da ieri, 16 aprile, e in forma ufficiale la candidata primo cittadino del Pd con il sostegno di M5S (Erbetti), Azione (Barelli), transfughi di Forza Italia e Socialisti. La presentazione e avvenuta durante una conferenza stampa nella sede del comitato elettorale in via Onio Della Porta al fatto che siano presenti tutti i rappresentanti delle forze politiche che hanno aderito al progetto del consigliere regionale Panunzi, eccetto i forzisti (Arena, Bugiotti, Micci e Lotti), con tutta evidenza intenzionati a mantenere il basso profilo.
E’ stata una scelta difficile – afferma il coordinatore comunale del Pd, Francesco Serra – ma certamente e la migliore che potevamo fare. Lei ci garantisce esperienza, esperienza e capacità, cose che non vedo in altri improbabili concorrenti avversari. Le liste che la sosterranno saranno 5, forse sei: Ci sarà quella del Pd, con due o 3 civiche collegate, poi una di Azione e una dei 5S. I socialisti invece confluiranno nelle civiche d’ispirazione dem.

 

Sull’arrivo dei transfughi forzisti Serra si e mantenuto nel generico (forse pure in questo caso per prevenire di gettare benzina sul fuoco), limitandosi a discutere di un’interlocuzione in atto: ci sono ampie probabilità che possano passare con noi. Possibilità che in realtà, a sentire i diretti interessati, sono una certezza: Ci siamo spinti eccessivamente in là – dice al Corriere un’autorevole fonte che vuole restare anonima -. E’ ovvio che ci saremo. 
Singolare che non sia mai stato pronunciato il nome di Arena, ma d’altra parte l’imbarazzo e inevitabile dato che il Pd si trova ad allearsi con quello che proprio Serra, Barelli, Ricci, Erbetti e Delle Monache, 1ª della caduta del Comune, non esitavano a definire pubblicamente il peggior primo cittadino di Viterbo. Al riguardo e stata tranchant la risposta di Serra a chi ha cercato di sfilargli una dichiarazione: Dovreste domandare a lui quali siano le sue intenzioni, l’opportunità che Arena possa unirsi a noi non e esclusa. Oggi non l’abbiamo invitato perché non c’e ancora niente di fatto. Se fosse, lui parlerà della sua esperienza e noi lo correggeremo secondo i nostri punti di vista. 

 

Dunque, dopo gli interventi di Barelli, Erbetti e Filosa, la parola alla protagonista: Non faremo slogan, se facciamo annunci e perché ci sono le carte che parlano. Niente libri dei sogni, parleremo del nostro programma che sarà incentrato sul pragmatismo e la concretezza. Lodi al consigliere Panunzi: Lo ringrazio sempre per la sua vicinanza a tutta la Tuscia, da 10 anni e il filo d’unione tra il contesto ambientale e la Pisana e, grazie alla sua tenacia, arriveranno 120 milioni di euro per opere importanti. Insieme abbiamo portato a casa il completamento di Belcolle e il collegamento Cassia-Cimina, oltre al recupero dell’ospedale vecchio. Elimineremo pure il passaggio su scala di Piazzale Gramsci. Troncarelli, alla fine, ha concluso il suo intervento con l’auspicio di invertire quella che lei considera una brutta tendenza: I lavori di routine sono diventati straordinari, noi invertiremo la rotta e rilanceremo il termalismo, il turismo, le zone industriali ed il centro storico. 

 

Notizie Viterbo

Articoli simili