Notizie

Viterbo i dottori di famiglia saranno sempre di meno Piccoli comuni i piu in pericolo



«Dalle nostre proiezioni, fino al 2025 la faccenda non farà che peggiorare. E a risentirne saranno oltretutto i cittadini dei piccoli comuni, in particolar modo quelli a nord della provincia». Non e la 1ª volta che Michele Fiore, segretario della Federazione dottori di medicina generale, porta all’attenzione pubblica la crisi dei dottori di famiglia. Una crisi dovuta alla carenza del turn over all’interno di una categoria che, ancor più durante l’epidemia, ha comprovato la sua centralità.

«Al momento, con l’emergenza medica finita e contagi che, seppur consistenti, restano in diminuzione, ne sta esplodendo un’altra». Perché migliaia di cittadini rischiano di restare senza dottore. In alcuni comuni gia nei mesi passati diversi ambulatori si sono svuotati, con considerevoli disagi per gli assistiti, rimasti pure per settimane senza un dottore.

«Nei tre anni dal 2021 al 2023 oltre 90 dei 230 colleghi del Viterbese andranno in pensione. Al massimo ne verranno sostituiti 20. Numeri che mostrano quanto grave sia la carenza di assistenza sanitaria che si prospetta sul territorio». Gia in piena epidemia, certune soluzioni tampone sono state attuate dal comitato aziendale (parte insediato in seno alla Azienda sanitaria locale): alcuni dottori 70enni hanno ottenuto deroghe per continuare il servizio ulteriori sei mesi, prorogabili. Non tutti però hanno accettato, mentre altri che avrebbero voluto trattenersi non hanno ottenuto il consenso.

«Le toppe stanno incrementando perché i problemi iniziano a essere serissimi. Il massimale (il tetto di pazienti per ogni camice bianco, ndr) e stato aumentato dai precedenti 1.500 a 1.800, come aveva chiesto la Fimmg, ma solo in certi comuni con carenze. Altresi, la Regione ha concesso che i giovani colleghi, gia laureati e iscritti al corso di formazione di medicina generale, possano prendere assistiti dal 1º anno. Ma sono escamotage, visto che di nuovi dottori nell’anno in corso in tutta la Tuscia ne prenderemo più o meno 5, massimo 6».

Disagi più gravi nei comuni sotto i 7mila abitanti e nell’area nord. «Il distretto più colpito e quello A, con leader Montefiascone, costituito da tanti piccoli centri, penso a Proceno, Onano, Canino. L’area sud, invece, approfitta della vicinanza con Roma per cui diversi colleghi accettano l’incarico con l’obiettivo di riavvicinarsi non appena ottenuti i titoli». Le conseguenze della carenza saranno pure altre. «Alcuni dottori che hanno superato l’età hanno ottenuto un incarico libero professionale. Altri una proroga, altri no. Alcuni hanno avuto il massimale aumentato, non tutti. I malumori aumentano, temo arriveranno pure dei ricorsi».

Come si e arrivati a una tale situazione? «I ritardi nella partenza dei corsi di formazione e il loro numero chiuso, frutto di una programmazione miope. Andrebbero pure incentivati i dottori che vanno in aree disagiate. Ma così non e».


The post in italian is about:
Viterbo, family doctors will be fewer and fewer. "Small municipalities most at risk"

«From our projections, until 2025 the situation will only get worse. And the inhabitants of the small municipalities will be affected above all, especially those north of the ...


L’article en italien concerne :
Viterbe, les médecins de famille seront de moins en moins nombreux. "Petites communes les plus à risque"

«D'après nos projections, jusqu'en 2025, la situation ne fera qu'empirer. Et les habitants des petites communes seront avant tout touchés, notamment ceux du nord de la...

Articoli simili